Matrix

matrix

“WAKE UP NEO.
THE MATRIX HAS YOU…”

Questo film è un trip nel vero senso della parola (e se pensate voglia dire escursione siete fuori strada).

La prima volta che l’ho visto mi ha quasi sconvolto. Ha aperto nella mia mente orizzonti infiniti di possibilità alternative, di realtà parallele, superiori, inferiori, all’interno dell’uomo e al di sopra di esso.

E’ un film d’azione, questo è vero, ma si porta dietro anche una marea di filosofia. Chiunque l’abbia visto sa di che parlo perchè sicuramente ha trascorso anche lui ore buone della sua vita a discutere con amici (ma anche occasionali interlocutori ubriachi) ad affrontare il tema della realtà.

“Che vuol dire reale? Dammi una definizione di reale. Se ti riferisci a quello che percepiamo, a quello che possiamo odorare, toccare e vedere, quel reale sono semplici segnali elettrici interpretati dal cervello. Questo è il mondo che tu conosci. Il mondo com’era alla fine del XX secolo. E che ora esiste solo in quanto parte di una neuro-simulazione interattiva che noi chiamiamo Matrix. Sei vissuto in un mondo fittizio, Neo. “

Queste sono le parole che Morpheus rivolge a Neo, il protagonista, quando comincia a svelargli la verità che sta dietro a questo mondo: siamo all’interno di un programma per computer, gente, e se questo non vi stordisce ormai fate parte del sistema…

Il sistema? No, non è una teoria complottistica, non mi sto riferendo ad ipotetici “padroni” a capo di aziende farmaceutiche bensì alle macchine. Suona meno pazzo, vero? Già, lo sospettavo.

Siamo nel futuro. Le macchine, dapprima semplici strumenti nelle mani dell’uomo, hanno assunto il controllo del pianeta e i pochi superstiti si rifugiano sottoterra in città-fortezze. Le macchine per sopravvivere usano energia biologica, se così la vogliamo definire: gli uomini.

“Ci sono campi, campi sterminati dove gli esseri umani non nascono: vengono coltivati.”

Per mantenere in vita gli uomini le macchine hanno creato una realtà virtuale (quella in cui siamo noi) all’interno della quale la mente può sopravvivere, mantenendo vivo il corpo e al tempo stesso impedendo all’umanità di reagire ed opporsi.

Ma non tutti accettano Matrix ed alcuni ribelli, aiutati dai sopravvissuti, si “svegliano” e assumono il controllo del proprio corpo, per poi ritornare nella realtà virtuale consci della sua inconsistenza e modificarla (quasi) a piacimento: corrono sui muri, distruggono auto con i pugni, addirittura alcuni evitano i proiettili…

Purtroppo Matrix ha, come ogni sistema, i suoi agenti: Smith, Brown e Jones. Possono impossessarsi del “corpo” (quello virtuale) di qualsiasi persona e usarlo a piacimento per eliminare i ribelli. Sono agili, forti ed estremamente tenaci; insomma, degli ossi duri.

“Se non sei uno di noi, sei uno di loro”

C’è poco da fare, quando arriva un agente bisogna correre verso un telefono ed uscire da Matrix. Sembra assurdo, vero? Invece funziona proprio come qualche anno fa, quando non c’era il Wireless: il segnale internet passava per il cavo del telefono. Allo stesso modo è possibile uscire dalla realtà virtuale se chi chiama è fuori da essa. L’ho semplificata, in realtà è un po’ più complicata di così…

Torniamo a Neo. Di giorno è un comune impiegato di un’azienda di software, ma di notte è.. Batman!!
Ahah, scherzo… fa l’hacker e rivende programmi illegali ai malintenzionati. E’ piuttosto famoso in rete, ma una alcune scritte misteriose sul suo pc lo spingono ad indagare su Matrix e, in particolare, su Morpheus. Dopo un incontro con gli agenti, decisi a sfruttarlo per raggiungere proprio Morpheus, riesce ad incontrare quest’ultimo che gli propone di svelargli la verità su Matrix o, in alternativa, di lasciarlo tornare a casa e dimenticarsi di tutto questo.

“Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio.”

Ovviamente sappiamo quale pillola ingoierà Neo altrimenti il film si sarebbe già concluso e tanti saluti a Morpheus. Da qui in poi il film si fa più carico, le scene d’azione di susseguono così come le rivelazioni su Matrix e sul suo funzionamento, trasportando il pubblico in una dimensione surreale e affascinante, cinica quanto avvincente.

Un capolavoro dei fratelli (o almeno una volta, ora sono fratello e sorella) Andy e Lana Wachowski, i quali sono entrati nella storia del cinema con questa pellicola vincitrice di ben 4 premi Oscar, il più meritato sicuramente quello per gli effetti speciali. In effetti sono questi la punta di diamante del film: incredibili combattimenti a mezz’aria, pallottole che si muovono a rallentatore, salti nel vuoto e raffiche di pugni da fare invidia a Goku.

Trama sensazionale, rivelazioni da capogiro, azione, azione, AZIONE! Troppo bello per essere solo un film, giusto?

Ormai è già diventato un classico della fantascienza e ogni nerd che si rispetti dovrebbe averlo visto almeno 2-3 volte.

Purtroppo questo film è stato rovinato dall’avidità dei produttori che hanno pensato bene di trasformarlo in una trilogia. I due capitoli successivi sono inguardabili, disgustosi. Si portano dietro solamente tanta azione e una scena o due di “rivelazioni sorprendenti” su Matrix e si poteva benissimo evitare di cercare il guadagno dietro un film diventato epico aggiungendone altri due sfruttando semplicemente il successo del precedente. Che delusione…

Comunque sia lo reputo sicuramente uno dei miei film preferiti e lo inserisco senza dubbio nella lista dei film Da Vedere, quelli che tutti, nerd e non, dovrebbero guardare almeno una volta nella propria vita.

Se non siete d’accordo ditelo qui ed ora, con tanto di motivazioni al riguardo. Sul serio, fatelo.

E se invece vi è piaciuto raccontatemi il perchè e cosa ha cambiato nella vostra vita. Ad esempio io ogni volta che ho un déjà vu sono convinto che “loro” abbiano cambiato qualcosa…

Annunci

3 pensieri su “Matrix

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...