Io e i miei pg

Dungeons-Dragons-Issue-1

Giocare di ruolo è un’avventura fantastica. Si può fare in molti modi: riuniti attorno ad un tavolo con gli amici, a distanza usando il pc, giocando online attraverso qualche MMORPG (non è un’arma, ma una sigla) e persino dal vivo.

Personalmente ho cominciato la mia carriera con i videogames per poi dedicarmi anche ai GDR online su forum e social network; ho sempre avuto la passione per la scrittura quindi il passo non è stato traumatico ma, al contrario, emozionante in quanto il mondo contenuto nei videogiochi, seppur stupefacente, non è nulla rispetto a quello presente all’interno della mente umana.

Così ho scoperto di poter fronteggiare troll e demoni armato solo di una tastiera: qualche parola qui, un pò di punteggiatura là ed il vampiro è bello che morto! Fantastico, vero?

Ma tutto questo non sarebbe possibile senza la presenza dei PG, ovvero gli avatar attraverso i quali ci possiamo muovere in questo immenso mondo d’avventura.

Nascono come inermi marionette tra le nostre tremanti mani e con il tempo mentre noi acquisiamo esperienza loro prendono vita: si costruiscono una storia, un carattere, dei gusti e delle idee. Alcuni potrebbero contestare questa visione dei PG ma io affermo senza dubbi che, dopo un pò, sono in grado di agire autonomamente di fronte a stimoli o avversità emersi dalla trama del gioco.

Ho partecipato a numerosi GDR, la maggior parte dei quali di genere fantasy (urban e medieval), passando anche a causa di forza maggiore per i real life ma sempre evitando accuratamente quelli scolastici; dopotutto giocare di ruolo è un modo per fuggire dalla realtà e non vedo come rinchiudere il mio pg in una scuola a subire noiose lezioni di latino possa aiutarmi. Vivendo queste avventure ho dato vita a molti personaggi ai quali mi sono affezionato.

Oggi dunque intendo presentarvi i miei preferiti, permettendovi di conoscerli e, magari, di farli incontrare con i vostri; l’ultimo gdr in cui stavo è stato eliminato quindi potrebbe essere una buona occasione per ricominciare… ma di questo parlerò dopo.

Meneth il Druido Silente

Il primo vero pg che ho creato e al quale sono molto legato.

La sua storia è molto travagliata: era un tempo un potentissimo e malvagio stregone ma, in seguito ad un duello con il demonio, ha perso ogni potere eccetto la longevità. Il suo appellativo è dovuto al fatto che non è più in grado di evocare incantesimi per mezzo della voce, cosa che lo limita ad essere un comune umano.

Ha le sembianze di un vecchio, alto e magro, ed il suo corpo è ricoperto di rughe. Gli occhi, protetti dalle folte sopracciglia, rivelano però un’intensa energia interiore. I suoi capelli sono lunghi e grigi e possiede una folta barba che spesso lega con un laccio.

Vaga per il mondo degli uomini sotto le mentite spoglie di un mendicante alla ricerca di un modo per riacquistare i suoi poteri ed usarli per rimediare alle atrocità compiute in passato.

Mi è piaciuta sin da subito l’idea di utilizzare un pg non convenzionale. Infatti quando l’ho ideato ero appena stato introdotto da un’amica ad un GDR su Facebook e la prima cosa che ho notato è stata l’esclusiva presenza di personaggi potenti e bellissimi (i pv, ovvero i prestavolti, erano tutti di attori/attrici dal fisico da urlo e dagli addominali scolpiti). Tutto questo mi è sembrato assurdo e la scelta di usare un povero vecchio indifeso come avatar si è rivelata un’ottima scelta. La sua presenza infatti ha dato un tocco di realismo al gioco, dando allo stesso tempo modo agli altri pg di apparire più interessanti.

A tal proposito, il suo pv è ovviamente Ian McKellen ma spesso viene scambiato per Michael Gambon a causa del nome.

Purtroppo il GDR è fallito in fretta (un mesetto appena) e ho dovuto abbandonare il nuovo pg all’oblio… per poi rispolverarlo a distanza di un anno e partecipare ad un nuovo gioco di ruolo con la sua bio (la storia del personaggio) aggiornata grazie alle esperienze passate, che seppur poche hanno comunque reso più autonomo Meneth.

Nella nuova partita ha avuto modo di fare molti passi avanti verso il suo obbiettivo, conoscere individui interessanti e trasferirsi sino in Transilvania, dove risiede attualmente gestendo un’erboristeria (o almeno così appare).

E’ nuovamente senza GDR, ma la cosa non lo abbatte; sa che prima o poi avrò ancora bisogno di lui.

Michael “Mike” Heavens

Nome banale, me ne rendo conto anch’io, ma in quel contesto era necessario. Non è difficile intuire chi sia questo Mike: l’omonimo arcangelo, generale delle schiere della Fenice (sinonimo politicamente corretto di divinità).

E’ forse il pg con cui ho ruolato più a lungo e, a differenza di Meneth, è un gran fico; vi basi sapere che il suo pv è Gerard Butler.

Alto, muscoloso e dalla folta chioma bionda, Micahel è un fedele soldato agli ordini di Dio. Da millenni combatte tra le sue schiere e ha partecipato ad entrambe le Guerre (la prima contro Lucifero e la seconda contro i guerrieri dell’Apocalisse). Un giorno riceve l’ordine di scendere sulla terra sotto spoglie umane alla ricerca di un angelo caduto sopravvissuto alla vendetta divina, una certa Nahelia. Così il buon Mike prende l’aspetto di un umano e si unisce ai mortali, deciso a compiere rapidamente la sua missione.

Purtroppo per lui la ricerca è più dura del previsto ed è costretto a sperimentare le emozioni ed i sensi umani, cosa che lo stravolge e allo stesso tempo ammalia. Comincia in questo modo la corruzione dell’angelo, percorso lento ed inesorabile che lo poterà ad innamorarsi della creatura per la quale è stato mandato sulla Terra e a dover scegliere tra il suo dovere ed il suo volere.

Non posso negarlo, provo un certo perverso piacere nel rovinare un pg così puro e casto; ma d’altro canto la maggior parte dei danni li fa lui stesso. E’ facile per chi è sempre rimasto alla larga dalle tentazioni cadere all’estremo opposto quando la situazione lo costringe a cedere ad alcune di esse. Diciamo che siamo pari.

Comunque è un personaggio interessante ed è dotato di alcuni particolari poteri. Innanzitutto, come ogni arcangelo può influenzare gli elementi nei momenti di necessità ed è particolarmente dotato nel combattimento (la sua arma preferita è l’ascia bipenne). Inoltre la sua caratteristica specifica è quella di potersi rifugiare in una dimensione bianca e nera priva di esseri umani, ma per il resto uguale in tutto e per tutto al mondo umano: strade, edifici, parchi…

Mi sono divertito molto con lui, ma sfortunatamente il GDR in cui stava ha chiuso a metà della sua “corruzione”. Per di più è difficile trovarne un altro dall’ambientazione simile in cui non esista già un arcangelo Michele (è uno dei più gettonati) e temo quindi che non avrò più modo di riprenderlo.

Ivan Karamzìn

L’ultimo pg che ho creato. Ho avuto poco tempo per usarlo ed è un gran peccato. E’ emerso dal mio desiderio di usare un personaggio malato, folle; cosa che non ho potuto fare con il buon Mike.

Ivan nasce a Mosca e perde in breve tempo entrambi i genitori. Viene dunque portato negli Urali e affidato alla nonna materna, che si rivelerà essere una strega maligna. L’anziana cresce il nipote sino a renderlo simile a lei, insegnandoli a padroneggiare la magia nera e ad usarla per i propri interessi. Assetato di potere, il giovane compie azioni malvagie per suo conto in cambio di nuovi incantesimi sino a quando, certo di aver appreso da lei tutto ciò che conosce, decide di ucciderla per impedirle di tramandare ad altri le sue arti. L’anziana strega riesce a maledirlo in punto di morte: vivrà sulla sua pelle tutte le atrocità commesse sugli altri sino a quando non impazzirà.

La maledizione che grava su di lui si presenta come un’allucinazione molto intensa durante la quale appare una delle tante vittime che ha ucciso e lo costringe a “morire” nella stessa maniera in cui è avvenuto l’omicidio. Questi miraggi si presentano all’inizio raramente, ma in seguito sempre più spesso in maniera incontrollata ed è questo che lo spinge a cercare un esorcista per liberarsi dal flagello che lo affligge. E’ infatti questo il suo obbiettivo e non si fermerà sino a quando non sarà finalmente libero… o folle.

Ha ciò di cui sono privi Meneth e Mike: poteri magici e malvagità. Pratica la negromanzia e l’alchimia, gode nel far soffrire gli altri, non disdegna il cannibalismo e la violenza lo eccita. Insomma, il cattivo per eccellenza.

Ha un aspetto piuttosto attraente, ma è pallido e dall’aria malaticcia a causa dell’incapacità di dormire (spesso le allucinazioni gli privano il sonno). Il suo pv è James Franco ma non sono sicuro di volerlo continuare a rappresentare in questa maniera.

Probabilmente in futuro lo utilizzerò ancora, ma non so dire con esattezza tra quanto tempo; altri personaggi desiderano la vita ed è difficile non accontentarli.

Attualmente questi sono i miei pg. Ho altri abbozzi di bio sparsi qua e là ma sino a quando i personaggi non avranno modo di muoversi tra le righe di una role li reputo privi di vita.

Per non parlare poi dei pg negli MMORPG! Anche quelli sono numerosi: Aurelio Acquapendente, Njord Cuore Tempestoso etc…

Tornando a parlare dei GDR, ho preso l’abitudine di ruolare su Facebook, cosa molto più divertente rispetto ai forum. Attualmente la maggior parte dei giochi è basata su serie tv o fa parte dei real life, motivo che mi ha impedito di tornare in questo fantastico mondo… assieme al poco tempo che ho avuto a mia disposizione ultimamente, essendo al primo anno di università. E’ difficile scrivere con costanza durante il periodo esami: poco tempo libero, tante serie tv da guardare…

Spero di poter riprendere al più presto a ruolare.

Ora tocca a voi: avete qualche pg a cui siete particolarmente affezionati? Che legami avete con lui?

A quali giochi di ruolo partecipate? Da quanto?

Quali sono i vostri generi preferiti?

Fatevi avanti e dite la vostra!

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...