Ciclo Miyazaki: Il Castello Errante di Howl

HowlsMovingCastle

Ho deciso di iniziare un ciclo di post dedicati ad uno dei più grandi artisti non solo del Giappone ma del mondo intero: Hayao Miyazaki. Grande regista, ottimo sceneggiatore e pure mangaka niente male, ha incantato il mondo con i suoi capolavori d’animazione.

Il primo film di cui voglio parlare è, come da titolo, Il Castello Errante di Howl. I motivi sono due: è il primo che ho visto dei suoi lungometraggi ed è il mio preferito, senza per questo sminuire gli altri.

Sicuramente non sto parlando di un film sconosciuto. Molti nerd sono anche otaku ed ogni otaku per essere definito tale deve avere nella sua videoteca una pila di titoli marcati Studio Ghibli, studio produttore di film fondato appunto dal maestro Miyazaki.

La trama del film è affascinante: una giovane ragazza di nome Sophie viene maledetta dalla Strega delle Lande a causa dell’attenzione ricevuta da parte del mago Howl poco tempo prima e divine una vecchietta. Sconvolta dall’evento, decide di abbandonare la propria vita e fuggire.

Nel suo viaggio incontra uno strano spaventapasseri animato che la aiuta a trovare un rifugio per la notte: il Castello di Howl, un edificio meccanico e semovente. Entrata al suo interno conosce Calcifer, il demone che governa la fortezza, il quale le rivela di essere legato alla struttura e al mago da una maledizione che, se sciolta, libererebbe anche lei dalla sua ed in questo modo la convince ad aiutarlo. Il giorno dopo fa la conoscenza anche di Markl, il giovane apprendista di Howl, e successivamente incontra nuovamente il mago, che finge di non riconoscerla e le permette di rimanere nel castello.

Il racconto si infittisce (ALLARME SPOILER) a causa dei sentimenti sempre più intensi che legano Sophie ad Howl e allo scoppio di una guerra tra due paesi e si fanno avanti nuovi personaggi, tra cui il buffo cane Heen e la temibile Madame Suliman, ovvero la vecchia maestra del mago.

E’ un film appassionante, divertente e coinvolgente che personalmente ho visto almeno una ventina di volte e sempre provando le stesse sensazioni di stupore e di gioia. I paesaggi sono colorati, l’ambientazione molto ricca e la colonna sonora molto bella.

La trama non è originale ma prelevata dall’omonimo romanzo di Diana Wynne Jones, libro che non ho ancora avuto modo di leggere.

E’ diretto sia al pubblico infantile che a quello maturo, anche se per quest’ultimo non in maniera marcata come nel caso di Principessa Mononoke.

Come in ogni sua pellicola, non manca di riportare alcuni elementi ricorrenti:

  • I personaggi non sono mai del tutto malvagi (come accade in Porco Rosso e nella già citata Principessa Mononoke)
  • L’ambientazione ha tratti steampunk e sono presenti le aereonavi (come in Laputa Castello nel Cielo e in Nausicaa della Valle del Vento)
  • La guerra è criticata e disprezzata (tema presente in metà dei film)
  • Sono presenti demoni o creature fantastiche (accade anche in La Città Incantata e in Principessa Mononoke)
  • L’amore è una colonna portante (anche questo in quasi tutti i film)

Probabilmente ci sono altri temi onnipresenti nei suoi lavori che al momento non riesco a farmi venire in mente, ma questi sono sicuramente i più importanti.

Alcune delle cose che più ho amato del Castello Errante di Howl sono i movimenti dei personaggi, il loro modo di esprimersi e di mostrare il proprio stato d’animo, la magica porta capace di portare in ben quattro posti diversi semplicemente girando la manopola ed infine i cambiamenti del personaggio di Howl, il quale si capovolge sia fisicamente che emotivamente con lo scorrere degli eventi.

In definitiva è un bellissimo film che amo molto e consiglio a tutti voi di vederlo, rivederlo e poi rivederlo ancora.

E dopo averlo fatto, rispondete a queste domande:

Quanti film di Hayao Miyazaki avete visto? Qual’è il vostro preferito?

Cosa amate dei suoi film? O, in alternativa, cosa odiate?

Fatevi avanti e dite la vostra!

(Sul serio, fatelo.)
Annunci

11 thoughts on “Ciclo Miyazaki: Il Castello Errante di Howl

  1. Ho visto molti film di Miyazaki e trovo che Il Castello Errante di Howl, per quanto bello e affascinante, non sia il miglior film del maestro.
    La sua veste estetica è, casomai ci fosse bisogno di dirlo, meravigliosa, e le scelte artistiche sono tra le più azzeccate della produzione di Miyazaki. Dai colori alle architetture, Il Castello è una gioia per gli occhi.
    Non rientra però tra i miei preferiti perché non mi ha coinvolto quanto mi sarei aspettato. Inoltre, ho trovato il finale inspiegabilmente affrettato. 😦

    • Non riesco a capire come abbia fatto a non coinvolgerti. L’ho trovato molto appassionante.
      In compenso sul finale non posso darti torto, sotto molti punti di vista gli ultimi minuti sono troppo rapidi…

  2. Visto, rivisto, e lo rivedrò ancora, niente da aggiungere ai tuoi commenti. E ora faccio outing: amo i film di Lupin III, in particolare il Castello di Cagliostro. Assolutamente diverso da Howl, ma li rivedrei all’infinito.
    Una domanda per te: dal Giappone alla Francia, hai mai visto Appuntamento a Belleville? Cosa ne pensi?

    • L’ho visto anch’io un bel po’ di volte, ma non è tra i miei preferiti.

      Riguardo ad Appuntamento a Belleville, non l’ho mai visto e non ne ho mai sentito parlare prima d’ora. E’ grave?

  3. Il castello errante di Howl è stato il secondo film del maestro che mi ha tenuta incollata allo schermo dopo La Città incantata e ovviamente non ha fatto altro che confermarmi l’eccellenza di Miyazaki! Però devo ammetterlo, il mio cuore è stato rapito dal dolcissimo Totoro, l’amico che in fondo tutti vorrebbero no? 😉

    • Mh, devo vergognosamente ammettere che non l’ho ancora visto… sciagura su di me!
      Ma non preoccuparti, rimedierò in fretta e ti saprò dire se anch’io voglio un amico come Totoro oppure no!

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...