Il Codice d’Onore

politerude

Come in ogni altra forma di società, anche nei giochi online sono presenti delle regole e delle norme di comportamento: alcune sono limitazioni perseguibili con il ban che permettono ai giocatori di interagire senza imbrogliare o eseguire violenza psicologica, altre sono semplici linee guida che potremmo definire un’etichetta (per l’appunto netiquette), una forma educata di agire rispetto ad altre più volgari o rudi.

Io non mi definisco certo un bigotto persecutore al servizio della santa inquisizione dei moderatori, ma sono comunque portato al rispetto reciproco e all’adozione di comportamenti, se non amichevoli, almeno neutrali.

Purtroppo molta gente non la pensa come me e negli MMO ci si ritrova spesso in un ambiente ostile dove la maggior parte degli utenti grida ai quattro venti insulti e ingiurie quali il classico noob, ma anche molto meno moderati retarded ed idiot (censuriamo il resto) in seguito a semplici errori umani o giocatori inesperti, aizzando il flame e rendendo spiacevole l’esperienza di gioco.

“Quando arrivi al dunque?”
Un attimo, ragazzino in seconda fila, ci sto arrivando.

Non mi sto riferendo ai troll, esemplari diffusi ma comunque limitati dalla loro esplicita natura ad essere subito individuati come tali e, quindi, ignorati; sto parlando proprio di una buona fetta di utenti i quali, o perché più esperti nel gioco oppure perché incapaci di accettare la presenza di giocatori più abili dei propri compagni nella squadra avversaria, non collaborano per niente e rovinano la partita a tutti.

Nello specifico, faccio riferimento al più dannato dei gironi online per quanto riguarda le fiamme dell’odio: League of Legends (e che altro sennò?).

Inizio ad essere veramente stanco di ritrovarmi in squadra con giocatori senza un minimo d’educazione che al primo segno di una disfatta mollano la collaborazione per dedicarsi allo sfruttamento massivo della chat, insultando il malcapitato che ha sbagliato qualcosa e che, a loro avviso, ha fatto perdere il team… dopo a malapena 10 minuti di gioco!

Fosse solo questo potrei sopportare, ma la stragrande maggioranza di questi imbecilli bruti opta immediatamente per la resa, proponendo ogni qual volta sia possibile una nuova votazione.

surrender

Ecco, io a questo punto ammetto di essere molto testardo perché per principio non accetto di arrendermi neppure dinanzi ad una squadra composta solamente da OP nel pieno del loro feeding; tuttavia non penso sia solo una mia fissazione insensata, essendo frutto di un facile ragionamento.

Nei giochi multiplayer online talvolta si vince e talvolta si perde. Quando si è i vincitori è ovviamente soddisfacente gustarsi l’attimo ed assaporare l’estasi del potere, sfoggiando la propria forza contro gli avversari; allo stesso modo, quando si è i perdenti bisogna sopportare con umiltà la propria condizione e permettere all’altra squadra di divertirsi.

Il pensiero opposto al mio è il seguente: quando si vince non ha importanza se la squadra nemica abbandona, tanto ottieni comunque un nuovo rank; quando si perde, dunque, è meglio arrendersi subito e non sprecare altro tempo.

Io non riesco a pensarla così! Un gioco online è fatto per divertirsi, non per ottenere punti su una lista virtuale. Certo, perdere non è bello quanto vincere ma volete mettere con la soddisfazione di aver affrontato un fiume in piena, rallentandolo per decine di minuti o, addirittura, capovolgendo la corrente e ottenendo una straordinaria e sudatissima vittoria?

Inoltre è dannoso nel real, in quanto un giocatore abituato a mollare alle prime difficoltà al di fuori dal mondo virtuale tenderà a comportarsi alla stessa maniera, arrendendosi ad ogni ostacolo invece di lottare.

Detto tutto questo, non posso sopportare questi giocatori che preferiscono la resa al gaming ma, ancora peggio, odio con tutto me stesso coloro che addirittura vanno AFK quando la squadra non accetta la resa, condannando tutti i loro compagni ad una fine inevitabile e abbassando ulteriormente il morale.

Avrete intuito con estrema facilità che tutto questo sfogo segue un evento particolare; sono reduce da un match in cui 3 elementi sui 5 componenti il team si sono alzati dalla sedia, hanno spento il monitor e se ne sono andati in cucina a farsi un panino o in salotto a guardare la tv. Inutile dirvi com’è finita la faccenda, tanto non è quello il punto.

Ho preso come esempio League of Legends ma ci sono centinaia di altri possibili MMO da cui trarre spunto, a partire dal classico Black Ops. Non faccio una lista, i gamer tra di voi lettori hanno già in mente un titolo specifico e la loro irritazione coincide con la mia.

Concludendo il tutto, non esigo che tutti la pensino alla mia maniera e che seguano il mio codice di comportamento, a tratti troppo amichevole con chiunque (persino con la squadra avversaria, ma questa è un’altra storia…), però pretendo almeno il rispetto nei confronti degli altri player che hanno acceso la console per farsi una partita online e non per alzare il proprio punteggio in classifica.

Si vince e si perde, ma in entrambi i casi ci si può divertire collaborando con la propria squadra e affrontando i nemici a testa alta, scambiandosi battute piuttosto che insulti e onorando gli avversari invece di chiedere il report verso gli alleati.

LoL Fiocco Verde 1

Non mi sono certo guadagnato questo fiocco insultando il mio team (sì, era un astuto pretesto per mostrarvelo)

E’ tutto, ho concluso.

Voi invece che avete da dire? Quali comportamenti degli altri giocatori non riuscite a sopportare quando giocate online? E come la pensate sulla questione “bandiera bianca” in prossimità della sconfitta?

Fatevi avanti e dite la vostra!

Mica vi banno…

 

 

Annunci

8 pensieri su “Il Codice d’Onore

  1. Perfettamente d’accordo con te. Credo saranno state massimo due o te le volte in cui ho votato per la resa nella mia carriera da Summoner. Sia per i motivi che hai descritto bene tu, sia perché in realtà ho imparato più cose nei momenti in cui ero già spacciato ed il game era già deciso anziché nei momenti in cui l’esito era aperto, paradossalmente spesso succede così.

    P.S. Se c’è una cosa che odio sono i players saccenti che ti insultano se non buildi come dicono loro, voglio dire, che noia se tutto fosse sempre deciso in modo matematico e prevedibile, e credo sarebbe anche un grosso vantaggio per l’avversario. Certo non sto parlando di mettere un IE su un mago o un Rabadon su un ADC, quello significa trollare, ovvio, ma ben vengano build sensate ma a volte un po’ fuori dalle classiche regole. 😉

    • Hai proprio capito quello che voglio dire! E’ nelle difficoltà che si migliora, non quando le cose vanno benissimo per conto loro.
      Le build sono un argomento delicato, c’è sempre chi ti rinfaccia di non averla fatta bene. Ammetto di essere ancora piuttosto inesperto, ma sul mettere corazze a un tank ci arrivo senza problemi! Se poi non è quella consigliata non occorre incazzarsi, eh?

      Grazie per il commento, è sempre piacevole vedere che altri condividono le tue “condizioni”! Ahah!

  2. Cavolo se hai ragione! Non ho mai giocato a League of Legends, ma la stessa identica cosa accade nelle mie partite a Counter Strike. Tutti sempre pronti a giudicare e a infierire sul povero malcapitato di turno, che poveraccio magari è la prima volta che si approccia al gioco, oppure se magari sbagli una volta partono i soliti “noob” e le solite offese, si avvia una votazione per cacciarti, oppure quella per la resa. Io non lo capisco: una partita va giocata nel bene o nel male, come dici tu, perchè tanto è un gioco, e come tale non ha senso prenderlo troppo seriamente! E se uno sbaglia, al posto di offendere non sarebbe meglio dirgli dove sbaglia e cercare di correggerlo, così da insegnare anche qualcosa?

    • E’ proprio quello il problema! Un noob rimane tale fino a quando non impara a giocare, dunque perché non velocizzare il processo?
      Ma no, è molto più facile scrivere un insulto e andarsene in cerca di un’altra partita che fare la fatica di spiegare ad un nuovo giocatore dove sta sbagliando…
      Questa mentalità rende difficile riuscire a divertirsi in questi giochi online perché è la dimostrazione dello stato d’animo più diffuso: rabbioso ed intollerante. Questo si presenta poi in molte altre situazioni, come per l’appunto la sconfitta imminente e la rapida decisione di mandare tutto all’aria.
      Brutti posti gli MMO…

      • Anche gli FPS sono brutti posti, oppure ovunque ci siano i russi che parlano in chat IN RUSSO e non si degnano di spiaccicare 4 essenziali parole in inglese, almeno per farsi capire dalla squadra. Poi è facile puntare il dito contro gli altri! E sono stata vittima e testimone tante volte di queste cose, e almeno io mi sono degnata di spiegare come funziona il gioco! Cosa ci sarà di così divertente nel scatenare vari flame?

        • Ahahah! Dunque oltre ai francesi aggiungiamo anche i russi alla lista nera…
          Almeno tu hai fatto la tua buona parte per rendere più piacevole il gaming e scommetto che molti player te ne sono grati; magari hai aperto la strada a qualche OP!
          Riguardo ai flame non so risponderti, non ho mai capito quali turbe mentali spingano la gente a scatenare litigi sul web. Forse si tratta di un grosso senso di inadeguatezza nel real, oppure semplice frustrazione. Mah…

          • Beh, a me i francesi non danno molto fastidio perchè ho studiato la lingua e capisco cosa si dicono, chiaramente anche gli insulti, a cui rispondo…ovviamente in francese! 😉 I russi sono i peggiori per me, ed essenzialmente loro sanno dirti solo una inequivocabile parola, che racchiude tutta la loro ignoranza: idiot!

            • Ah, beh, allora per te è diverso! Se capisci che dicono è tutta un’altra storia.
              Invece a quanto dici sui russi non c’è altro da dire, si presentano da soli.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...