GAME OVER

game-over

Ebbene sì, gentaglia, il titolo è corretto: siamo giunti alla fine di Operazione Nerd.

Come certamente avrete notato (io ci conto, eh?), non pubblico nulla da più di cinque mesi e quindi era solo questione di tempo prima che scrivessi questo post. Ho cercato di rimandarlo il più possibile, ma era inevitabile.

Ormai il tempo libero a mia disposizione è sempre più scarso e, ovviamente, lo uso tutto per nerdare come un disperato. Insomma, tra videogames, serie tv, fumetti, film e tutto il resto delle attività e passioni che mi rendono ciò che sono non mi resta spazio per questo blog, ma voglio precisare una cosa: amo questo spazio.

Qui ho potuto esprimere liberamente i miei pensieri e le mie riflessioni riguardo tutto quello che mi piace e mi emoziona: dalla meravigliosa epicità del Signore degli Anelli alla nostalgia per i cari vecchi giochi di carte collezionabili; dalla gioia per le straordinarie opere di Miyazaki alla frustrazione per quanti hanno sottovalutato Prometheus; dalla curiosa trasmissione dei geni Sayan alla natura controversa degli androidi; e questi sono solo alcuni di tutti gli argomenti che ho avuto modo di trattare, i quali tuttavia sono solo una piccola parte di quelli che avrei voluto scrivere.

In effetti ci sono alcuni post tra le bozze che, purtroppo, rimarranno incompleti, come il Ciclo Tarantino (simile a quello dedicato alla Ghibli), il Tributo ai Doppiatori e qualche sondaggio. Non parliamo poi delle tante idee scritte su note, pezzi di carta o appunti virtuali che non vedranno la luce. Questo mi rattrista, ma mi rendo conto che sarebbe stato impossibile affrontarli tutti.

D’altro canto, mi sono divertito moltissimo a scrivere ogni singolo Continua a leggere

Liebster Award – Aye!

liebster-award

E’ la terza volta che vengo nominato al Liebster Award: nel 2014, nel 2015 e ora anche nel 2016. Ormai ho accumulato una certa esperienza in questo genere di cose, quindi mi prenderò la libertà di fare a modo mio… e di prendermi il mio tempo.

Il codice è più che altro una sorta di traccia

Insomma, gira e rigira non può essere sempre lo stesso!

“Infatti le domande cambiano, sapientone”
Io la gente come te, che pensa di essere superiore agli altri, non la sopporto. E ora rimettiti in ginocchio, che sembri quasi alto quanto me!
Scusate, ma come al solito c’è gente tra il pubblico a dir poco… inopportuna.

Tornando al premio, ringrazio vivamente FruttidiBosco (che ha una copertina fighissima) e mi scuso per il ritardo, ma la mia vita da nerd è molto impegnativa e certe cose vanno così; quindi non preoccuparti, puoi inviarmi i soldi annessi al premio quando più ti farà comodo, tipo oggi o domani.
A proposito, a quanto ammonta?

Beh, ne riparleremo più tardi. Per adesso vi faccio la solita carrellata di regole che bisognerebbe rispettare, ma che noi pirati non seguiamo poi così a fondo:

-Rispondere alle 11 domande

-Creare altre 11 domande

-Taggare 11 blog

Perché proprio 11? Continua a leggere

Galleria

Due Anni di Operazione Nerd

Compleanno ON

Sapete che giorno è oggi?

Mercoledì.
Sì, esatto, è mer… ahah! Simpatico il burlone nascosto in mezzo alla folla che fa le battutine, veramente simpatico. Ma oggi è ben più che un semplice Mercoledì, è l’8 Giugno.

No, non vi siete persi una festività nazionale o il compleanno di vostra mamma, ma si tratta comunque di qualcosa di molto importante: è il compleanno di Operazione Nerd!

Esattamente due anni fa ho aperto questo blog (ecco il primo post) con l’intenzione di dare forma ai miei pensieri più nerdici, legati a videogiochi, cinema, serie tv, manga, fumetti e altro ancora; il tutto per discuterne con altri appassionati, visto che non è facile incontrare persone capaci di parlare la nostra complicata lingua, fatta di citazioni e parafrasi tratte dalle (innumerevoli) opere preferite.

Con il tempo le cose sono un po’ cambiate: inizialmente simile ad un blog di recensioni, è diventato sempre più personale e meno rigido nella sua struttura, con innovazioni periodiche (i famosi aggiornamenti) e nuovi strumenti per interagire insieme a voi.

Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno seguito fino ad ora e salutare i nuovi arrivati con una raccolta di alcune tra le più spassose immagini a tema nerd che ho trovato in rete, pubblicate anche sull’account Twitter di ON.

Buon divertimento!

Continua a leggere

Serie TV Tag – Una Catena di Episodi

Evviva, un altro tag!

Sapete cosa vuol dire?
“Un altro modo per pubblicare post senza fatica?”
Proprio cos… eh, no! Niente affatto, non è quello che volevo dire. E’ un’altra splendida occasione per interagire con altri blogger, comunicare le proprie esperienze e cose così. (…)

Si parla di serie Tv e, come sapete voi e molti miei sfortunati amici, è uno dei miei argomenti preferiti. Grazie Crostina!

Le regole sono sempre le stesse, ma per gli ipotetici nuovi arrivati eccole qua:

  • Ringraziare/taggare chi ci nomina ed il creatore del tag

  • Rispondere alle 10 domande del tag

  • Nominare altri blog (quantità libera)

La fase uno è completata, si passa alla successiva.

  1. La serie TV che a memoria ricordi di aver visto per prima: Sono quasi certo che sia Friends. La guardavo a cena con mia mamma e mia sorella quando ero piccolo e sono certo di aver seguito tutte le stagioni, eppure è passato così tanto tempo che non ricordo più nulla.
    Sapete che vi dico? Me la riguardo!
  2. Le tre serie che stai seguendo al momento: Solamente tre? Ahahah! Fossero così poche avrei una vita semplice. Diciamo che quelle che sto seguendo di più sono The Walking Dead, Big Bang Theory e, ovviamente, Game of Thrones.
  3. I due personaggi maschili e femminili (con relativa serie) che hai più amato e quelli che hai più odiato: Oh, adesso mi diverto:
    -Maschili più amati: il Dr. Cox di Scrubs e Barney di How I Met Your Mother.
    -Femminili più amati: Lily di How I Met Your Mother e le “numerose” attrici di Orphan Black, forse.
    -Maschili più odiati: sicuramente Joffrey di Game of Thrones e forse Shane di The Walking Dead.
    -Femminili più odiati: Skyler di Breaking Bad e Cersei di Game of Thrones, anche se quest’ultima ha dei risvolti positivi, quindi non in maniera profonda come la prima.
  4. La serie TV più romantica che hai visto: Mhhh… Buffy L’ammazzavampiri! Sul serio, è praticamente una teen serie. Anzi, a ben pensarci è Skins, che Wikipedia etichetta come teen drama.
  5. Quale personaggio di serie TV avresti voluto essere: JD di Scrubs, e in effetti abbiamo molte cose in comune.
  6. Le due serie famose che tu non guardi proprio: Senza nemmeno pensarci The Flash ed Arrow. Non voglio offendere i fan, ma per me sono estremamente banali e con dialoghi terribili, facendola breve.
  7. Le tre donne più belle delle tue serie TV preferite: Al di là di cosa si intende come serie TV preferite, che sono molte, direi Tredici di Dr. House, Elliot di Scrubs e Lily di How I Met Your Mother. Lo so, su Game of Thrones ci sono delle turbofighe da paura, ma a queste sono più affezionato.
  8. Le tre serie preferite di sempre:
    Scrubs, Breaking Bad e Big Bang Theory, ma l’estate scorsa ho conosciuto Game of Thrones e le cose sono cambiate profondamente.
  9. Come, dove e quando preferisci guardare le tue serie:
    Generalmente sul mio divano, il pomeriggio dopo pranzo, oppure in camera mia la sera dopo cena se non ho già un film da guardare o un videogame a cui giocare (dura vita da nerd impegnato).
  10. Quale serie ormai finita vorresti che ricominciasse?
    Non saprei, io tendo ad affezionarmi molto alle serie lunghe, ma quando giungono ad una conclusione è inutile riaprirle; del resto Breaking Bad termina in maniera un po’ soffusa, quindi…

Continua a leggere

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 2.300 volte nel 2015. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 38 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

 

Anche quest’anno i misteriosi folletti hanno svolto il loro lavoro di stalker-contabili e io li ringrazio.

Insomma, un articolo interessante, colorato e pieno di cifre senza dover scrivere nulla (o quasi); per me, che sono nel pieno della sessione invernale e in fase di ossessione acuta da agenti patogeni, è un bonus.

Scherzi a parte, vi ringrazio per avermi seguito anche nel 2015 e per essere stati così attivi!

Avete visitato Operazione Nerd da ogni parte d’Italia, ma anche dagli Stati Uniti, dal Regno Unito, dalla Germania, dalla Spagna e persino dalla Tailandia! (chi è il misterioso individuo che è finito da queste parti?)

Vi siete sorbiti lunghe trattazioni sull’epicità del Signore degli Anelli, la mia fedele rappresentazione del Giappone e una miriade di triplette nerdiche, tutto in pochi mesi.

Mi avete scritto tanto e altrettante volte ringrazio ognuno di voi, cosa che a quanto pare continuo a fare in questo periodo. Ma perché non dovrei? Io scrivo quello che mi passa per la testa e, se non fosse per voi, rimarrebbe nella mia testa; invece eccolo lì, un piccolo pacman che vi ronza attorno facendo battutine sceme e discutendo a lungo di rosse, zombie, androidi e Miyazaki.
Non siete felici? Io sì!

Vi auguro dunque di trascorrere un anno ricco di soddisfazioni e, se questo lo avete trascorso piacevolmente, di tornare a farmi visita, di tanto in tanto; io ho ancora tanti argomenti da trattare e non vedo l’ora di leggere cosa ne pensate al riguardo.

Gotta Thank You All!

maxresdefault (1)

Siete tanti quanti i Pokémon della prima generazione! Non è fantastico?

Cosa? Non ho capito bene, ma credo di aver udito un “pika-pika!
Lo prendo come un sì e vi ringrazio 151 volte per aver scelto di far parte di Operazione Nerd!

Ho cominciato questa avventura poco più di un anno e mezzo fa, ma a differenza del mondo a cui sto facendo riferimento siete stati voi a scegliere me, simpatiche bestiole, e non il contrario.
Siete tanti e diversi, ma tutti accomunati da una caratteristica: in superficie o nel profondo, esposto davanti a tutti o ben celato, si nasconde un lato nerd più o meno allenato. Alcuni lo lasciano in un box per molto tempo, incappando in lui di tanto in tanto mentre cercano dell’altro, altri invece lo tengono sempre al proprio fianco e lo schierano in campo nelle più variopinte occasioni (un momento, ma ora siete pokémon o allenatori? Che casino…).

151 follower

Di per sé raggiungere 151 fan non è
Continua a leggere

Problemi Tecnici – 3

Something went wrong 2.0

Vi scrivo questo rapido avviso per spiegarvi il motivo della mia improvvisa assenza. Lo so, non ve ne siete neppure accorti e neanche lo scriverei questo post se non ci fosse un problemino…

Mi sono ritrovato senza internet per motivi inspiegabili: fino al giorno prima mi rimanevano 2Gb, poi all’improvviso puff!

Non capisco come e dove sono andati a finire e la mia cronologia non mi è d’aiuto (lo giuro, non l’ho cancellata!)

Ho già tentato di ricorrere alle procedure d’emergenza, ma a quanto pare adesso la chiavetta non solo è “vuota”, ma ha pure deciso di non avviarsi più.

Nell’immediato futuro tenterò di risolvere il problema, ma attualmente ho solo due carte in mano e una è veramente disperata.

Per il momento sono tornato a casa-casa per il weekend, ma mi aspettano altre due settimane a casa-studio… senza connessione!

La cosa mi terrorizza, lo ammetto.

Ho provato a seguire la scaletta di pubblicazione ricorrendo a mezzi disperati, ovvero l’applicazione su cellulare, ma anche lì sono a secco (…) e, quando ho provato a sfruttare il wifi dell’università, ho scoperto che non si può più pubblicare da smartphone, o almeno non ci sono riuscito nei 10 minuti di tempo che ho avuto per tentare.

Quindi, ricapitolando, domani pubblicherò il post che avrei dovuto mostrarvi ancora Lunedì, ma probabilmente nelle prossime settimane non avrete mie notizie su WordPress e, a dirla tutta, forse non mi vedrete fino a Febbraio visto che il 7 Gennaio ho già un esame (cos’è Capodanno?).

Per fortuna esiste ancora la pagina Twitter, quindi mi trovate qui.

Fine delle comunicazioni.