Ma gli Androidi Sognano Pecore Elettriche?

AndroidsDreamCover

Forse non sapete di cosa sto parlando, quindi vi dico subito che l’opera in questione in Italia è stata pubblicata con un altro titolo: Il Cacciatore di Androidi.

… niente? Ancora non ci siete arrivati? Eppure percepisco un’intuizione lontana e offuscata. Riproviamo: Blade Runner.

Ah! Ecco! Ci siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda, eh? Bene, possiamo iniziare.

Ma gli Androidi Sognano Pecore Elettriche? è uno dei libri più famosi di Philip K. Dick assieme ad altre sue opere come L’uomo nell’Alto Castello (ignoriamo l’orrendo titolo affibbiatogli nel nostro paese La Svastica sul Sole) e Ubik.

Pubblicato nel 1968 e reso famoso in tutto il mondo a partire dal 1982 dalla pellicola di Ridley Scott, è un romanzo noir ambientato in un futuro distopico che ha contributo a plasmare il genere della fantascienza.

Serve però una premessa: il film ed il libro sono due opere a sé stanti con ambientazioni e personaggi molto diversi che condividono solo il nome (e in alcuni casi neppure quello); di conseguenza non c’è pericolo di annoiarsi leggendo il manoscritto.

Fin da subito la trama si distacca da quella della pellicola, mantenendo in comune solamente Continua a leggere

Annunci

L’Estate e i Miei Numerosi Impegni

Quanto è bella l’estate: il sole splende alto in cielo, l’aria calda profuma di paglia ed erbe aromatiche e, cosa più importante, posso rinchiudermi in un antro buio ed umido a consumare la mia vita senza la pressione psicologica di orologi e calendari!

Non stupitevi se in questo periodo appaio di rado su Operazione Nerd, sono piuttosto impegnato.

Lo so, questa non è una vacanza perchè sono in sessione (brrr…), ma mi sono dato da fare e ho ritagliato del tempo per me ed i miei cari, vecchi vizi. Cosa sto facendo dunque in questi preziosi giorni della mia giovinezza?

In primis, come suggerisce l’immagine in alto mi sto avventurando per le desolate e devastate terre della Capitale. Era da tanto che aspettavo di dedicarmi ad uno dei più famosi titoli della Bethesda e finalmente lo sto facendo. Fallout 3 è molto  Continua a leggere

V per Vendetta

vforvendetta

Come preannunciato, ecco qui l’articolo dedicato a quello che è stato per molti anni il mio film preferito: V per Vendetta.
Non temete, la pellicola è ancora in cima alla classifica; l’unica differenza è che si sono aggiunti altri film talmente stupendi da non poter fare altro che contendersi il posto simultaneamente, senza però riuscire a vincere il titolo di Miglior Film In Assoluto. Un esempio di questi capolavori? Blade Runner, ovviamente.

Sono contento di poter condividere con voi la mia passione per questo film proprio il 5 Novembre, giorno della Congiura delle Polveri.

Lo so, la maggior parte di voi crede che sia un riferimento alla rivolta dei batuffoli di sporcizia avvenuta di recente sotto il mio letto, ma vi sbagliate: si tratta del tentativo fallito di un certo Guy Fawkes (nome piuttosto anonimo) di far saltare in aria per mezzo di una buona quantità di polvere da sparo la camera dei lord e tutta la brava gente al suo interno, re Giacomo compreso.

Questa lezioncina di storia è importante, dal momento che la trama del film prende spunto proprio dall’azione del personaggio in questione.

Ricorda per sempre il 5 novembre, il giorno della congiura delle polveri contro il parlamento.
Non vedo perché di questo complotto, nel tempo il ricordo andrebbe interrotto.

Ma chi era Fawkes? Un terrorista o un eroe? Non ha Continua a leggere

Blade Runner

blade-runner-2-movie

Eccoci in cima alla mia classifica cinematografica.
Come ho detto in passato, non sono in grado di scegliere un film preferito e quindi ho una Top Five; ovviamente Blade Runner è uno di questi cinque titoli.

Se dovessi descriverlo in una sola parola userei questa: capolavoro.
Pietra miliare del genere fantascientifico (molto amato da noi nerd), è indubbiamente una di quelle pellicole che tutti, cinefili e non, dovrebbero aver visto almeno una volta nella propria vita.
Se Alien non ha reso Ridley Scott uno di quei registi che hanno fatto la storia del cinema, sicuramente questo lo ha fatto.

La trama è complessa e avvincente, capace di offrire molti spunti di riflessione; la scenografia offre un’ambientazione sensazionale e ricca di particolari; i personaggi sono ammalianti e carismatici, interpretati in maniera eccellente. Mi sorprende che un’opera del genere non abbia ottenuto neppure un premio Oscar. Che dire, forse era Continua a leggere