Compagnie, Frustrazione e Pigiama

Finalmente lo scorso weekend sono riuscito a radunare una manciata di amici e a provare il boardgame del Signore degli Anelli che mi ha regalato mia sorella ancora ad Aprile; la vita degli universitari è dura e organizzare una serata assieme a studenti di ben 4 diverse università non è cosa facile…

Da tanto tempo volevo partecipare ad uno di quei magnifici giochi di ruolo di cui parla sempre Mastro Birraio nel suo blog e la mia pazienza è stata premiata con una epica e divertentissima partita (ma solo una, perché leggere le istruzioni è una cosa lunga).

Devo ammettere che mi aspettavo una certa complessità, ma non ad un livello così alto: rune, pedine, tasselli, imprevisti, pericoli, soccorsi, mappe… roba da nerd navigati!

2015-09-30 17.03.20

Scusate l’ordine, non avevo voglia di dividere tutto quanto per una foto

Ma io ed il resto della compagnia non ci siamo lasciati scoraggiare dalle numerose pagine di regolamenti e dall’impressionante quantità di oggetti che compongono il gioco e ci siamo tuffati nella Terra di Mezzo per portare (a turno) l’Anello a Mordor e distruggerlo tra le fiamme del Monte Fato.

Peccato che abbiamo miseramente fallito poco dopo aver superato la tana di Shelob… ma chissenefrega? Ci siamo divertiti un sacco e la prossima volta (si parla probabilmente del 2016) riusciremo nel nostro intento, salvando così tutte le creature che popolano il meraviglioso mondo di Tolkien.

Beato te, Mastro, che ogni settimana riesci a organizzare Continua a leggere

Annunci

Vapore, Carta e Oro

Eccomi qui, sorprendentemente ancora in possesso del mio portafogli dopo la settimana di saldi Steam.

La aspettiamo tutto l’anno, noi nerd, e quando capita ci facciamo una bella scorta di giochi a basso costo a cui attingere per tutto l’anno. O almeno è questa l’idea di base.

Era ovvio che avrei usato questo meme

Questa volta mi sono limitato a due titoli (lo so, sono pochissimi, ma sto risparmiando per un altro gioco) che erano nella mia lista da un pezzo:

  1. Alice: Madness Return consigliatomi tempo fa dal mio amico alieno e portatore sano di ottime recensioni. La sua ambientazione dark e allucinata mi ha convinto fin da subito a metterlo nella famosa lista ma fino ad ora non avevo mai avuto l’occasione di acquistarlo… per qualche spicciolo!
  2. To the Moon recensito qui da Shiki e The Butcher, è un gioco indie che affronta tematiche quali la sindrome di Asperger. E’ il classico giochetto da weekend piovoso e quindi me lo tengo in serbo per una solitaria domenica.

E’ stato proprio all’approssimarsi di questi saldi che mi sono ricordato di aver preso tempo fa la versione completa di Sid Meier’s Civilization V e in questi giorni mi sta rubando un buon numero di ore.

Settimane fa, invece Continua a leggere

Hobbit, Play Station e Birra

the-hobbit-3-poster-banner-4

Ieri sono andato a vedere Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate.

State calmi, non voglio spoilerarvi nulla che non sia già apparso nei trailer (o nel titolo).

Facciamo una premessa importante: il film è ispirato all’opera di Tolkien e non è un suo adattamento cinematografico, ok?
Questo per evitare di elencare la sfilza di personaggi inventati, aggiunti per allungare il film o anche solo per collegarlo al Signore degli Anelli.
Comprendo i sentimenti dei puristi e il loro dolore nello scoprire com’è stato buttato in un angolino il libro durante la preparazione della sceneggiatura, ma togliendo questo fatto possiamo goderci la visione del film senza (o quasi) ridicolaggini.

Ebbene, vi parlerò solo di due cose che mi sono rimaste molto impresse e che mi hanno tenuto in costante sovraeccitamento per tutti i 144 minuti del film più i titoli di coda: l’epicità e la nostalgia.

La pellicola porta con sé un’ondata di epicità a dir poco grandiosa attraverso le battaglie tanto attese e la scesa in campo di tante razze molto cazzute; inoltre sono presenti combattimenti tra personaggi quasi leggendari che, almeno io, non mi aspettavo e che mi sono gustato con la bava alla bocca.

Per quanto riguarda Continua a leggere

Giorni di Relax e Tante, Tante Tette

Quelli che sono appena passati sono stati per me giorni grandiosi.

Mi sono preso una piccola pausa dallo studio (ne avevo un disperato bisogno) e ne ho approfittato per rilassarmi e… nerdare come un pazzo.

Era da un pezzo che avevo intenzione di giocare a The Last of Us, così sono andato dal mio negoziante di fiducia e quando gli ho chiesto se ne aveva una copia usata mi ha risposto: NO.

E’ la seconda volta che mi succede, ma sono ostinato e nuovo non lo voglio comprare; così, tra bestemmie sommesse e occhiatacce, ho optato per un altro titolo al quale volevo giocare da molto tempo: Bioshock.
E non uno qualunque, ma addirittura l’Infinite, che da quanto ne so non è direttamente collegato agli altri capitoli della serie.

bioshock wow

Sapete che vi dico? E’ stato un gran bel colpaccio!
Un gioco stupendo, soprattutto per le sue ambientazioni steampunk e utopistiche (inizialmente, si intende).
Ma non voglio aggiungere altro perchè questo gioco così figo merita un post a parte.

Invece voglio parlare delle altre cose che hanno reso questi giorni così piacevoli: sono arrivato a metà della settima stagione di Big Bang Theory (ne ho parlato qui) e ho ricominciato Weeds con il mio migliore amico, ho guardato Sin City e riguardato 2/3 Batman di Christopher Nolan, ho letto l’ultimo numero di Ratman e sono alle prese con il tredicesimo di Vinland Saga, ho catturato qualche altro Pokémon su rosso e… ovviamente sto giocando giorno e notte a Bioshok.

Ma veniamo al dunque Continua a leggere

E’ tempo di nerdare

E’ Domenica. Con la D maiuscola.

Il giorno che tra tutti odio di più. Non so se ha qualcosa a che fare con il Sabato del Villaggio di Leopardi, ma entro sera, una settimana ogni due, mi ritrovo sempre malinconico e totalmente privato della mia voglia di vivere.

Se dovessi descrivere la scena, eccola qui: un ameba ribaltato sul divano, al buio, con la televisione spenta e lo sguardo perso a guardare il soffitto, con una gamba arrampicata sullo schienale e l’altra distesa sino al bracciolo; il corpo c’è, ma la mente è scomparsa. Non è andata da un’altra parte, è proprio sparita nel nulla. Un dubbio incombe sulla mia testa come la spada di Damocle: “Cosa voglio? Cosa desidero fare, guardare o leggere? Voglio scrivere, giocare o dormire? Metterò su un film, una serie tv o farò zapping tra i canali? Cosa voglio?”

Lasciatemelo dire, uno spettacolo pietoso.

Per fortuna tutto passa nel giro di qualche ora o, nei casi estremi, una nottata di sonno. Però ancora non capisco come mai accada quasi sempre di Domenica…

 

Depressione a parte, è un periodo piuttosto duro per me. Tanto da studiare, troppo a dirla tutta. Questo però non mi impedisce di dedicarmi a qualcosa di divertente.

Ad esempio, guardate un pò cosa mi ha portato il buon postino

GBC

 

Oh, non tutto questo: il Game Boy Advance è un vecchio compagno di avventure. Però il resto invece è un pacchetto stupendo. L’ho vinto su Ebay dopo aver partecipato alla mia prima asta.

Inutile dire che Continua a leggere

Guida ad una Reale Apocalisse Zombie

cartoon-zombie-fight

Ho scritto questa utile guida alla sopravvivenza qualche giorno fa ma quando l’ho finita mi sono accorto che era… beh… troppo lunga.

Così ho approfittato dell’occasione per fare una cosa a cui miravo da molto tempo: scrivere su Lega Nerd.

Eh si, sono un assiduo lettore del sito. E’ un posticino carino in cui passare il tempo e, non posso negarlo, il mio obbiettivo sarebbe creare una comunità simile anche qui (ovviamente più piccola).

Comunque il post è stato pubblicato oggi e ammetto di essere rimasto sorpreso dal successo che ha avuto. Il duro lavoro viene premiato!

Basta, ho finito di vantarmi. Ho decantato fin troppo a lungo la mia guida e non vorrei creare aspettative esagerate.

Dopotutto è solo un semplice manuale su come sopravvivere in un mondo pieno di morti viventi…

Ricopio qui l’introduzione e, se qualcuno fosse interessato, sotto lascio il link per leggere il resto. Continua a leggere