Galleria

Due Anni di Operazione Nerd

Compleanno ON

Sapete che giorno è oggi?

Mercoledì.
Sì, esatto, è mer… ahah! Simpatico il burlone nascosto in mezzo alla folla che fa le battutine, veramente simpatico. Ma oggi è ben più che un semplice Mercoledì, è l’8 Giugno.

No, non vi siete persi una festività nazionale o il compleanno di vostra mamma, ma si tratta comunque di qualcosa di molto importante: è il compleanno di Operazione Nerd!

Esattamente due anni fa ho aperto questo blog (ecco il primo post) con l’intenzione di dare forma ai miei pensieri più nerdici, legati a videogiochi, cinema, serie tv, manga, fumetti e altro ancora; il tutto per discuterne con altri appassionati, visto che non è facile incontrare persone capaci di parlare la nostra complicata lingua, fatta di citazioni e parafrasi tratte dalle (innumerevoli) opere preferite.

Con il tempo le cose sono un po’ cambiate: inizialmente simile ad un blog di recensioni, è diventato sempre più personale e meno rigido nella sua struttura, con innovazioni periodiche (i famosi aggiornamenti) e nuovi strumenti per interagire insieme a voi.

Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno seguito fino ad ora e salutare i nuovi arrivati con una raccolta di alcune tra le più spassose immagini a tema nerd che ho trovato in rete, pubblicate anche sull’account Twitter di ON.

Buon divertimento!

Continua a leggere

Gotta Thank You All!

maxresdefault (1)

Siete tanti quanti i Pokémon della prima generazione! Non è fantastico?

Cosa? Non ho capito bene, ma credo di aver udito un “pika-pika!
Lo prendo come un sì e vi ringrazio 151 volte per aver scelto di far parte di Operazione Nerd!

Ho cominciato questa avventura poco più di un anno e mezzo fa, ma a differenza del mondo a cui sto facendo riferimento siete stati voi a scegliere me, simpatiche bestiole, e non il contrario.
Siete tanti e diversi, ma tutti accomunati da una caratteristica: in superficie o nel profondo, esposto davanti a tutti o ben celato, si nasconde un lato nerd più o meno allenato. Alcuni lo lasciano in un box per molto tempo, incappando in lui di tanto in tanto mentre cercano dell’altro, altri invece lo tengono sempre al proprio fianco e lo schierano in campo nelle più variopinte occasioni (un momento, ma ora siete pokémon o allenatori? Che casino…).

151 follower

Di per sé raggiungere 151 fan non è
Continua a leggere

In Giappone…

Ho alle mie spalle una montagna (letteralmente) di manga, alle pendici della quale sono disseminati film d’animazione nipponici e qualche serie tv; dunque ormai, anche senza esserci stato, mi sono fatto un’idea di come vadano le cose nel paese del sol levante.

Eccovi quindi una descrizione di come mi immagino possa essere fatto il Giappone basandomi totalmente sui mezzi indiretti a mia indisposizione.

Tette Enormi

Boa-Hancock-image-boa-hancock-36496008-977-817

Mudkip è molto felice

Ovviamente la prima cosa che salta all’occhio sono i vistosi davanzali delle ragazze, donne e persino bambine (Sono Perversi Questi R… ehm… Giapponesi).

La lista di esempi è infinita, ma solo per nominarne alcune: Nami, Robin, Tsunade, Sakura, Inoue, Lucy, Erza, Fujiko

La cosa più sorprendente non è tanto la dimensione mostruosa del seno di alcuni personaggi (Shizuka di High School of the Dead, Matsumoto di Bleach…) quando la velocità con la quale esso cresce! Infatti con il procedere dei capitoli di un manga possiamo notare lo sviluppo continuo della grandezza e il contemporaneo restringimento dei vestiti, cosa che Continua a leggere

Nostalgia – Il Cuore delle Carte

 

yugioh pokemon magic

Questo è il primo episodio di una serie di post dedicati al dolce malessere che ultimamente affligge il mio animo: la nostalgia.

Inizialmente doveva essere un unico articolo, ma poi ho avuto la geniale intuizione (come spesso mi capita quando sono in bagno) di dividerlo in più parti per non renderlo troppo lungo e pesante. Nessun riferimento a eventi passati…

Cominciamo dunque a discutere dell’argomento al quale è dedicato il post di oggi: le carte collezionabili.

Cosa vi viene in mente? Yu-Gi-Oh? Magic? Pokémon?
Sono molti i titoli che rientrano in questa categoria e ognuno di noi ha nel suo cuore un posticino dedicato a loro.

Eppure esistono persone che non hanno un’idea chiara della faccenda (… seriamente?) e dunque procediamo con ordine.

Che cosa sono?

Un po’ come le figurine, sono oggetti acquistabili in edicola/fumetteria e che possono essere collezionati, ma si differenziano per il loro principale utilizzo: il giuoco.

Generalmente sono suddivise in categorie, ad esempio carte mostro, ad effetto, potenziamenti, energia e via così. Ogni gioco ha le sue suddivisioni ma in linea di massima l’obiettivo è lo stesso: azzerare i punti vita dell’avversario.

Fatta questa breve introduzione, immergiamoci nel mondo che più di tutti mi ha coinvolto e, sono sicuro, conoscete Continua a leggere

Carica Partita

Resume Game

 

A comunicarvelo è l’esimio professor Oak, ma il messaggio è mio:

vi chiedo scusa per il ritardo! 

Avevo detto che sarei tornato nel giro di qualche settimana, ma mi sono lasciato prendere dai vizi e ho perso una marea di tempo tra videogames, serie tv, libri e solo i Nove Divini sanno cosa… et voilà! Sono passati quattro mesi e undici giorni!!!

Ma non preoccupatevi, non mi sono dimenticato di voi e ora sono di nuovo qui, più in forma che mai (o quasi, sono influenzato…) e con molte cose di cui parlarvi.

Per quanto riguarda gli esami, vi ringrazio moltissimo per il supporto morale e vi informo con entusiasmo che sono andati alla grande!

Peccato che adesso mi attenda un’altra lunga sessione… (coff! coff!)

 

Comunque sono rimasto indietro con la tabella di marcia e dovrò recuperare. Ho quasi paura di cliccare sulla home di WordPress: ad attendermi ci sono più articoli di quanti sono gli zubat all’interno della Via Vittoria… ma a differenza di queste orride bestie (scusate, ma in effetti fanno abbastanza schifo) sarà un piacere affrontarli tutti!
Vi chiedo solo il tempo di scalare la cronologia, cosa piuttosto impegnativa.

 

Per quanto riguarda i progetti futuri è in fase di lavorazione un aggiornamento di Operazione Nerd; dopotutto la versione 3.2 ormai è superata e le novità spingono (fisicamente) per essere introdotte.

 

In ogni caso sono felice di essere di nuovo qui e, nerdate a parte, mi siete mancati!

Giorni di Relax e Tante, Tante Tette

Quelli che sono appena passati sono stati per me giorni grandiosi.

Mi sono preso una piccola pausa dallo studio (ne avevo un disperato bisogno) e ne ho approfittato per rilassarmi e… nerdare come un pazzo.

Era da un pezzo che avevo intenzione di giocare a The Last of Us, così sono andato dal mio negoziante di fiducia e quando gli ho chiesto se ne aveva una copia usata mi ha risposto: NO.

E’ la seconda volta che mi succede, ma sono ostinato e nuovo non lo voglio comprare; così, tra bestemmie sommesse e occhiatacce, ho optato per un altro titolo al quale volevo giocare da molto tempo: Bioshock.
E non uno qualunque, ma addirittura l’Infinite, che da quanto ne so non è direttamente collegato agli altri capitoli della serie.

bioshock wow

Sapete che vi dico? E’ stato un gran bel colpaccio!
Un gioco stupendo, soprattutto per le sue ambientazioni steampunk e utopistiche (inizialmente, si intende).
Ma non voglio aggiungere altro perchè questo gioco così figo merita un post a parte.

Invece voglio parlare delle altre cose che hanno reso questi giorni così piacevoli: sono arrivato a metà della settima stagione di Big Bang Theory (ne ho parlato qui) e ho ricominciato Weeds con il mio migliore amico, ho guardato Sin City e riguardato 2/3 Batman di Christopher Nolan, ho letto l’ultimo numero di Ratman e sono alle prese con il tredicesimo di Vinland Saga, ho catturato qualche altro Pokémon su rosso e… ovviamente sto giocando giorno e notte a Bioshok.

Ma veniamo al dunque Continua a leggere

E’ tempo di nerdare

E’ Domenica. Con la D maiuscola.

Il giorno che tra tutti odio di più. Non so se ha qualcosa a che fare con il Sabato del Villaggio di Leopardi, ma entro sera, una settimana ogni due, mi ritrovo sempre malinconico e totalmente privato della mia voglia di vivere.

Se dovessi descrivere la scena, eccola qui: un ameba ribaltato sul divano, al buio, con la televisione spenta e lo sguardo perso a guardare il soffitto, con una gamba arrampicata sullo schienale e l’altra distesa sino al bracciolo; il corpo c’è, ma la mente è scomparsa. Non è andata da un’altra parte, è proprio sparita nel nulla. Un dubbio incombe sulla mia testa come la spada di Damocle: “Cosa voglio? Cosa desidero fare, guardare o leggere? Voglio scrivere, giocare o dormire? Metterò su un film, una serie tv o farò zapping tra i canali? Cosa voglio?”

Lasciatemelo dire, uno spettacolo pietoso.

Per fortuna tutto passa nel giro di qualche ora o, nei casi estremi, una nottata di sonno. Però ancora non capisco come mai accada quasi sempre di Domenica…

 

Depressione a parte, è un periodo piuttosto duro per me. Tanto da studiare, troppo a dirla tutta. Questo però non mi impedisce di dedicarmi a qualcosa di divertente.

Ad esempio, guardate un pò cosa mi ha portato il buon postino

GBC

 

Oh, non tutto questo: il Game Boy Advance è un vecchio compagno di avventure. Però il resto invece è un pacchetto stupendo. L’ho vinto su Ebay dopo aver partecipato alla mia prima asta.

Inutile dire che Continua a leggere