Galleria

Due Anni di Operazione Nerd

Compleanno ON

Sapete che giorno è oggi?

Mercoledì.
Sì, esatto, è mer… ahah! Simpatico il burlone nascosto in mezzo alla folla che fa le battutine, veramente simpatico. Ma oggi è ben più che un semplice Mercoledì, è l’8 Giugno.

No, non vi siete persi una festività nazionale o il compleanno di vostra mamma, ma si tratta comunque di qualcosa di molto importante: è il compleanno di Operazione Nerd!

Esattamente due anni fa ho aperto questo blog (ecco il primo post) con l’intenzione di dare forma ai miei pensieri più nerdici, legati a videogiochi, cinema, serie tv, manga, fumetti e altro ancora; il tutto per discuterne con altri appassionati, visto che non è facile incontrare persone capaci di parlare la nostra complicata lingua, fatta di citazioni e parafrasi tratte dalle (innumerevoli) opere preferite.

Con il tempo le cose sono un po’ cambiate: inizialmente simile ad un blog di recensioni, è diventato sempre più personale e meno rigido nella sua struttura, con innovazioni periodiche (i famosi aggiornamenti) e nuovi strumenti per interagire insieme a voi.

Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno seguito fino ad ora e salutare i nuovi arrivati con una raccolta di alcune tra le più spassose immagini a tema nerd che ho trovato in rete, pubblicate anche sull’account Twitter di ON.

Buon divertimento!

Continua a leggere

Soldi, Inverno e Cavalieri

Ormai non riesco più a farmi vivo, è vero, e se vogliamo dirla tutta avrei anche qualche articolo quasi pronto che non trovo il tempo di finire; ma stavolta porto grandi novità e non posso trattenermi dal fare un salto qui su Operazione Nerd per mostrarvi come ho speso i miei preziosi dindini in vista del mio compleanno (ve ne siete ricordati, vero?!).

Sabato scorso è stato uno di quei pochi giorni all’anno in cui mi permetto di fare un salto nel centro della Big City, Verona per gli amici, e come sempre ne ho approfittato per fare scorta di tutto quello che mi è capitato a tiro.

Nel caso specifico, lustratevi gli occhi perché ho fatto acquisti degni di un nerdone del mio livello.

20160402_134951

Sissignori, ora tutti sapete per quale fazione parteggio, anche se non era difficile intuirlo visto i miei rapporti con Skyrim (se non cogliete subito il nesso, leggete qui). Ah, mi raccomando, votate il sondaggio!

Comunque sia Continua a leggere

Level Up!

qjy8p

Vittoria! Ho sconfitto il boss finale!

Eliminato l’ultimo, grosso, spaventoso avversario ho concluso in tempo record il 2° livello anno e adesso mi prendo la mia meritatissima vacanza… che consiste nel distruggermi a ritmo di videogames, serie tv e film.

Chissà, magari mi concederò pure qualche ora d’aria, un giorno ogni tre…

Non riesco ad esprimere a parole la sensazione che si prova ritrovandosi finalmente liberi dal peso dello studio matto e disperatissimo per tutto Settembre; sembra fantascienza.

Insomma, con questo raid stile maratona, sotto effetto di caffeina per tutto il tempo e con molte ore di sonno arretrato, ho guadagnato una dose di exp tale da poter livellare.

Spero solo che tra le ricompense ci sia anche un’arma rara per la mia classe, che se mi ritrovo un arco non me ne faccio nulla.

Ok, forse sto esagerando, non so più dov’è il confine tra realtà e finzione. Lo chiederò a quell’NPC!

… forse sarà più difficile del previsto.

In ogni caso  Continua a leggere

Grande Inverno appartiene ai Nord!

ATTENZIONE: il seguente articolo contiene spoiler

No, non ho fatto confusione, intendo proprio dire che la sede di Casa Stark, così come tutte le terre circostanti, appartengono agli abitanti di Skyrim, mentre i feudi sono tutte proprietà delle Case del Trono di Spade.

Guardando la serie tv non ho infatti potuto fare a meno di notare un fortissimo parallelo tra Game of Thrones e la saga di The Elder Scrolls: più regni uniti sotto la bandiera dell’Impero, il quale governa anche le terre nei fieri uomini settentrionali nonostante i loro tentativi di riottenere l’agognata indipendenza (qualcuno ha detto Scozia?).

E’ quindi facile per me quando vedo i tre draghetti della ossigenata regina sedicenne immaginarli gridare Yol Toor Shul prima di sputare fuoco e fiamme e confondere Eddard Stark con Ulfric Manto della Tempesta. Non provate a dirmi che sono l’unico, eh?

Inoltre Continua a leggere

Premio Curiosità – Chissà come l’ho vinto?

curioso

 

Non è passato neppure un mese dall’ultimo premio e già ne ho vinto un altro… sono l’idolo dei blogger! Ohohohoh! (risata nobile)

Scherzi a parte, sono stato nominato da Latandi, la fondatrice del partito Asocial e massima esperta nel campo della misantropia; non posso che essere grato di un tale onore e ringrazio con totale distacco ed un impercettibile cenno del capo.
Che non sia mai che venga accusata di affettuosità proprio in prossimità delle elezioni! (quali elezioni?)

Il Premio Curiosità é un’ottima occasione per disintegrare ulteriormente la mia privacy e urlare ai quattro venti che ho la mente bacata (…BacataBacata…).
Che il gioco abbia inizio!

La prima cosa da fare è inserire l’immagine del simpatico gatto intento a cavare gli occhi al fotografo; ma non temete, lo sfortunato artista sta meglio che mai ora che possiede il suo nuovo paio di bulbi oculari in vetro antiriflesso!

La seconda è rispondere a cinque domande… oh cavolo, siamo già arrivati a questo punto? Dovevo temporeggiare di più.

Sapete che vi dico? Vi propongo Continua a leggere

Skyrim

skyrim_1256DragonFight

Il titolo dice tutto. Skyrim. Ah, come suona bene! Una parabola che giunge al suo apice e discende solo di poco, prima di fermarsi a mezz’aria. Skyrim. Il gioco della mia vita. La mia vita dentro ad un gioco. Skyrim…

Oh, scusatemi, mi sono lasciato andare. Del resto, come si può trattenersi quando si ha tra le mani uno dei giochi migliori di sempre? E non lo dico solo io, ma anche i principali siti e riviste di videogames. Non ci credete? Beccatevi il wiki, allora.

Ricordo ancora il giorno in cui mi è stato regalato: il mio compleanno. Alcuni miei amici sono andati al negozio di videogiochi, dove il commesso mi conosce bene, e hanno chiesto qualcosa che potesse piacermi. Lui ha tirato fuori dalla vetrina il prezioso gioco e ha detto solo poche parole Continua a leggere