Risultati Sondaggio: Console Preferita

E’ passata una settimana ed ecco finalmente i risultati del quinto sondaggio di Operazione Nerd.

La domanda era: qual è la vostra console preferita?

Le concorrenti in gara erano agguerrite (un po’ come per il primo sondaggio) ma i risultati sono stati sorprendenti. Non vedete l’ora di leggerli?

Eccoli qui:

console preferita

Esatto, a vincere sono state tutte le principali console!

Il PC, la PS e l’Xbox sono alla pari al primo posto, dimostrando che al di là delle console wars  piacciono a tutti alla stessa maniera. E’ una bella cosa, sapete?

Subito dopo seguono le due risposte libere dei nostalgici che hanno votato per l’SNES e per il Nintendo 64; insomma, anche se il predominio oggi è della Sony e della Microsoft fino a qualche decennio fa a farla da padrona era la Nintendo.

Da parte mia sono sempre stato affezionato al Game Boy, essendo la mia prima console, ma non ho dubbi su quale sia la mia preferita: Play Station, la mia amata dark lady.

E’ stato un sondaggio interessante, ma ancora di più lo sono le motivazioni che mi avete dato per giustificare il vostro voto (e che potete rileggere qui).

Grazie ancora per aver partecipato! Restate in attesa del prossimo sondaggio!

Sondaggio 5: Console Preferita?

Eccoci al quinto sondaggio di Operazione Nerd!

L’ultimo quesito era un po’ particolare, quindi questa volta si torna alle cose nerdiche; e cosa c’è di più nerd dei videogames? Gli strumenti per giocarci, ovviamente.

Sto parlando delle console (niente a che fare con i romani…), le magiche macchine che ci permettono di entrare in mondi variopinti e avventurosi e di interagire con i nostri avatar tramite pochi, semplici comandi.

Sicuramente ne avete provata più di una, quindi sapete benissimo di cosa sto parlando, ma per comodità ve ne nomino alcune.

pclaptop

La più diffusa, soprattutto per i suoi molteplici usi secondari oltre a quelli ludici, è il computer,ovviamente con sistema operativo Microsoft. Nel 2016 tutte le famiglie abitanti nei paesi industrializzati ne possiedono almeno uno, che sia fisso o portatile, e diventa sempre più difficile vivere senza dal momento che internet ormai sta passando dall’essere una utilità ad una necessità; di questo si potrebbe discutere molto, ma il prof. Oak dice:

C’è tempo e luogo per ogni cosa, ma non ora.

A partire da prato fiorito, pinball e spider, per passare poi ai giochetti online giocati su browser e giungendo poi ai veri e propri videogame su cd, il pc è senza ombra di dubbio una delle prime console con le quali molti di voi hanno interagito.

Le sue capacità di memoria, grafiche e di processazione lo rendono sicuramente lo strumento più sofisticato nel contesto videoludico, ma Continua a leggere

In Giappone…

Ho alle mie spalle una montagna (letteralmente) di manga, alle pendici della quale sono disseminati film d’animazione nipponici e qualche serie tv; dunque ormai, anche senza esserci stato, mi sono fatto un’idea di come vadano le cose nel paese del sol levante.

Eccovi quindi una descrizione di come mi immagino possa essere fatto il Giappone basandomi totalmente sui mezzi indiretti a mia indisposizione.

Tette Enormi

Boa-Hancock-image-boa-hancock-36496008-977-817

Mudkip è molto felice

Ovviamente la prima cosa che salta all’occhio sono i vistosi davanzali delle ragazze, donne e persino bambine (Sono Perversi Questi R… ehm… Giapponesi).

La lista di esempi è infinita, ma solo per nominarne alcune: Nami, Robin, Tsunade, Sakura, Inoue, Lucy, Erza, Fujiko

La cosa più sorprendente non è tanto la dimensione mostruosa del seno di alcuni personaggi (Shizuka di High School of the Dead, Matsumoto di Bleach…) quando la velocità con la quale esso cresce! Infatti con il procedere dei capitoli di un manga possiamo notare lo sviluppo continuo della grandezza e il contemporaneo restringimento dei vestiti, cosa che Continua a leggere

Killzone

killzone-2-cover-cropped

Killzone è la mia serie preferita per Play Station. E’ una saga di videogiochi sparatutto in chiave fantascientifica sviluppati dalla Guerrilla Games.

Tutti i capitoli sono ambientati in un futuro piuttosto lontano nel quale la terra ha colonizzato altri pianeti, tra i quali Helghan, un pianeta ostico dove i suoi abitanti, per sopravvivere, si sono evoluti diventando più forti e resistenti, ma anche incapaci di respirare normalmente senza l’aiuto di maschere per l’ossigeno.

Proprio gli abitanti di questo pianeta, gli Helghast, si sono ribellati alle colonie e hanno tentato di attaccare la Terra, uscendone sconfitti. Anni dopo, sotto la spinta dell’autarca (una sorta di presidente supremo appoggiato dal popolo) Scolar Visari ritentano l’impresa, puntando questa volta su Vekta, una delle tante colonie.

Ed eccoci al primo capitolo della saga.


Killzone

L’inizio è un pò caotico. Ci ritroviamo a combattere in una trincea ad un passo dalla sconfitta indossando i panni di Jan Templar, un soldato dell’ISA (Interplanetary Strategic Alliance, ovvero l’alleanza strategica interplanetaria). In seguito Continua a leggere