Life is Strange

life-is-strange-cover

 

Life is Strange è un sogno d’autunno, il ricordo di un tiepido pomeriggio che si tramuta ben presto in una affannosa ricerca dell’innocenza attraverso drammi e delitti, mentre il cielo si fa via via più oscuro e minaccioso.

Non saprei come altro riassumere in un’unica frase ciò che ho provato nelle due intense giornate trascorse all’interno di questo titolo che da tanto tempo volevo provare.

Sono contento di aver atteso il finire dell’estate per giocarci, quando Agosto si porta via le piccole cose che la rendono speciale, perché non credo che altrimenti avrei potuto immedesimarsi allo stesso modo in quest’atmosfera di calda nostalgia.

E’ proprio la nostalgia la chiave di volta attorno alla quale è stato sviluppato Life is Strange, un’avventura grafica basata sulle vicende che una normale e timida teenager si ritroverà a vivere quando scoprirà di poter riavvolgere all’indietro il tempo; infatti i riferimenti al passato, alle emozioni perdute e ai ricordi indelebili sono alcune tra le caratteristiche più importanti della storia che scorrerà davanti ai nostri occhi in maniera quasi tangibile grazie alle numerose modifiche che potremo apportarvi semplicemente… giocando!

Ma cominciamo dal principio Continua a leggere

Annunci

Pakap scrive: “Gli strumenti del potere”

Era da un pezzo che desideravo collaborare con altri autori; così ho scritto un articolo/post/segamentale sul blog di due ragazze molto simpatiche, Zakidi e Isa. Vi consiglio di farci un salto, sono molto divertenti!
Chissà, magari anche a voi viene voglia di partecipare alla loro rubrica…

notDATclever

L’avete notato? Nuovo banner, nuova rubrica. Questa però è una cosa un po’ diversa da “La Zakidi ha perso il filo” e “Sapiens pensa troppo”, infatti non sarà curata da noi di notDATclever ma da voi. Il nostro intento è sempre stato quello di crescere come numero di autori e per farlo abbiamo inaugurato una specie di angolo del lettore (nome proposto da Isa e prontamente bocciato da me).

Hey listen! Se volete essere pubblicati potete farlo tramite la pagina di Reclutamento o inviando tutto a notdatclever@gmail.com

Ecco a voi Pakap, il primo lettorautore di notDATclever! Perché ci è piaciuto il suo articolo? Beh, qua siamo due donne e il lieve sessismo innocente di Pakap aumenta le quote azzurre. Ovviamente non è solo questo, ci piace anche il suo umorismo e i discorsoni lunghissimi. Comunque, se vi piace il suo stile potete andare a trovarlo…

View original post 1.566 altre parole