Dolce Follia

Parliamo un po’ di Deadpool.

Non servono presentazioni, ormai tutti conoscono il mercenario chiacchierone se non per i fumetti almeno per il film in arrivo, che sta producendo un certo hype; personalmente della pellicola mi interessa poco, essendo il solito prodotto Marvel per il pubblico meno esigente (lo avete visto tutti il trailer, sapete che ho ragione).

Il Deadpool che stimo io è quello dei fumetti, psicopatico quanto simpatico, avvincente quanto demente, violento quanto… dannazione, non so come completare la rima!

Comunque sia, non ci sono dubbi sul fatto che merita di essere seguito a prescindere dai propri gusti in fatto di eroi per molteplici motivi, tra i quali i riferimenti alla cultura pop e le interazioni con gli altri eroi del suo universo.

Quello che mi interessa oggi è la sua situazione amorosa.

Fermi, non scappate! Ci sono TETTE in questo articolo!

Deadpool_boobies

Uff, per un pelo non vi ho persi.
State tranquilli, non voglio darmi al gossip; mi interessa solo Continua a leggere

Annunci

In Giappone…

Ho alle mie spalle una montagna (letteralmente) di manga, alle pendici della quale sono disseminati film d’animazione nipponici e qualche serie tv; dunque ormai, anche senza esserci stato, mi sono fatto un’idea di come vadano le cose nel paese del sol levante.

Eccovi quindi una descrizione di come mi immagino possa essere fatto il Giappone basandomi totalmente sui mezzi indiretti a mia indisposizione.

Tette Enormi

Boa-Hancock-image-boa-hancock-36496008-977-817

Mudkip è molto felice

Ovviamente la prima cosa che salta all’occhio sono i vistosi davanzali delle ragazze, donne e persino bambine (Sono Perversi Questi R… ehm… Giapponesi).

La lista di esempi è infinita, ma solo per nominarne alcune: Nami, Robin, Tsunade, Sakura, Inoue, Lucy, Erza, Fujiko

La cosa più sorprendente non è tanto la dimensione mostruosa del seno di alcuni personaggi (Shizuka di High School of the Dead, Matsumoto di Bleach…) quando la velocità con la quale esso cresce! Infatti con il procedere dei capitoli di un manga possiamo notare lo sviluppo continuo della grandezza e il contemporaneo restringimento dei vestiti, cosa che Continua a leggere

Ogni Tanto un Film del Ca*** ci sta

Per piacermi un film deve avere una trama coerente e, soprattutto, non deve essere banale. Cosa intendo dire? Odio i clichè!

Se durante la visione di una pellicola (odio le ripetizioni) i personaggi si comportano in maniera prevedibile o recitano battute ridicole e talmente scontate da poter essere state scritte da un bambino delle elementari allora non posso trattenermi dal brontolare, lamentarmi, criticare, insultare, scrivere reclami ai registi, maledire la madre degli sceneggiatori, segnare sulla mia lista nera i nomi dei produttori e, soprattutto, disturbare chi sta cercando di guardare il suddetto lungometraggio in santa pace; e se a guardarlo sono solamente io può finire che spengo tutto e vado a dormire, perchè guardare un film con una persona che continua a parlare è fastidioso!

Insomma, ho alle spalle un numero di film che supera i tre zeri e questo mi autorizza a dire che me ne intendo; dunque esigo dalle mie serate cinematografiche un cast competente, un regista serio e qualche sceneggiatore capace di pensare con la propria testa.

Nonostante tutta questa premessa Continua a leggere

Giorni di Relax e Tante, Tante Tette

Quelli che sono appena passati sono stati per me giorni grandiosi.

Mi sono preso una piccola pausa dallo studio (ne avevo un disperato bisogno) e ne ho approfittato per rilassarmi e… nerdare come un pazzo.

Era da un pezzo che avevo intenzione di giocare a The Last of Us, così sono andato dal mio negoziante di fiducia e quando gli ho chiesto se ne aveva una copia usata mi ha risposto: NO.

E’ la seconda volta che mi succede, ma sono ostinato e nuovo non lo voglio comprare; così, tra bestemmie sommesse e occhiatacce, ho optato per un altro titolo al quale volevo giocare da molto tempo: Bioshock.
E non uno qualunque, ma addirittura l’Infinite, che da quanto ne so non è direttamente collegato agli altri capitoli della serie.

bioshock wow

Sapete che vi dico? E’ stato un gran bel colpaccio!
Un gioco stupendo, soprattutto per le sue ambientazioni steampunk e utopistiche (inizialmente, si intende).
Ma non voglio aggiungere altro perchè questo gioco così figo merita un post a parte.

Invece voglio parlare delle altre cose che hanno reso questi giorni così piacevoli: sono arrivato a metà della settima stagione di Big Bang Theory (ne ho parlato qui) e ho ricominciato Weeds con il mio migliore amico, ho guardato Sin City e riguardato 2/3 Batman di Christopher Nolan, ho letto l’ultimo numero di Ratman e sono alle prese con il tredicesimo di Vinland Saga, ho catturato qualche altro Pokémon su rosso e… ovviamente sto giocando giorno e notte a Bioshok.

Ma veniamo al dunque Continua a leggere