Sondaggio 5: Console Preferita?

Eccoci al quinto sondaggio di Operazione Nerd!

L’ultimo quesito era un po’ particolare, quindi questa volta si torna alle cose nerdiche; e cosa c’è di più nerd dei videogames? Gli strumenti per giocarci, ovviamente.

Sto parlando delle console (niente a che fare con i romani…), le magiche macchine che ci permettono di entrare in mondi variopinti e avventurosi e di interagire con i nostri avatar tramite pochi, semplici comandi.

Sicuramente ne avete provata più di una, quindi sapete benissimo di cosa sto parlando, ma per comodità ve ne nomino alcune.

pclaptop

La più diffusa, soprattutto per i suoi molteplici usi secondari oltre a quelli ludici, è il computer,ovviamente con sistema operativo Microsoft. Nel 2016 tutte le famiglie abitanti nei paesi industrializzati ne possiedono almeno uno, che sia fisso o portatile, e diventa sempre più difficile vivere senza dal momento che internet ormai sta passando dall’essere una utilità ad una necessità; di questo si potrebbe discutere molto, ma il prof. Oak dice:

C’è tempo e luogo per ogni cosa, ma non ora.

A partire da prato fiorito, pinball e spider, per passare poi ai giochetti online giocati su browser e giungendo poi ai veri e propri videogame su cd, il pc è senza ombra di dubbio una delle prime console con le quali molti di voi hanno interagito.

Le sue capacità di memoria, grafiche e di processazione lo rendono sicuramente lo strumento più sofisticato nel contesto videoludico, ma Continua a leggere

Annunci

Gotta Thank You All!

maxresdefault (1)

Siete tanti quanti i Pokémon della prima generazione! Non è fantastico?

Cosa? Non ho capito bene, ma credo di aver udito un “pika-pika!
Lo prendo come un sì e vi ringrazio 151 volte per aver scelto di far parte di Operazione Nerd!

Ho cominciato questa avventura poco più di un anno e mezzo fa, ma a differenza del mondo a cui sto facendo riferimento siete stati voi a scegliere me, simpatiche bestiole, e non il contrario.
Siete tanti e diversi, ma tutti accomunati da una caratteristica: in superficie o nel profondo, esposto davanti a tutti o ben celato, si nasconde un lato nerd più o meno allenato. Alcuni lo lasciano in un box per molto tempo, incappando in lui di tanto in tanto mentre cercano dell’altro, altri invece lo tengono sempre al proprio fianco e lo schierano in campo nelle più variopinte occasioni (un momento, ma ora siete pokémon o allenatori? Che casino…).

151 follower

Di per sé raggiungere 151 fan non è
Continua a leggere

Vapore, Agnelli e Spoiler

Steam-Halloween-Sale

Inaspettatamente (almeno per me) in questi giorni ci sono stati i saldi di Halloween su Steam.

Gran bella cosa, accetto sempre volentieri sconti fino al 90% quando si parla di… beh, di qualsiasi cosa; però questa volta qualcosa è andato storto.

Nonostante le fantomatiche offerte, non ho acquistato neanche un gioco. Oh, ci ho provato, credetemi: penso di aver sfogliato almeno la metà delle proposte totali.

Purtroppo erano offerte limitate ad alcuni generi: horror, survival e giù di lì (con qualche eccezione). Di tutti questi prodotti, non valeva la pena di comprarne nessuno, essendo in gran parte titoletti di poco conto o di bassa qualità

Non mi sono perso d’animo! Mi sono ricordato della lista dei desideri (tra i quali spiccano alcuni titoli indie consigliati da voi e Portal), convinto di trovarne almeno uno; mi sbagliavo.

Nisba. Sono finiti i saldi e non ho comprato neanche un titolo.

Mi sento triste…

 

Per fortuna a rallegrare enormemente il mio fine settimana è arrivato Kindred, il nuovo champ di League of Legends, finalmente in rotazione gratuita!

kindred_speed_paint_by_monorirogue-d99zm08

Dico subito che è Continua a leggere

Wario Land 4

wario land 4

Non dimenticherò mai il fantastico giorno in cui ho ricevuto il Game Boy Advance ed il mio primo gioco: Wario Land 4. Era natale (o forse il mio compleanno? Non ricordo più…) e quella mattina, con l’emozione nel cuore, scartai il magico regalo che cambiò per sempre la mia vita. Non persi tempo e infilai subito le due batterie AA necessarie per far funzionare la console, inserii la cartuccia, accesi il GB e udii i suoni che di lì a poco sarebbero diventati un famigliare benvenuto verso mondi colorati e avvincenti.
Ero così eccitato che ignorai la colazione e il cartone che stavano dando in quel momento (era Batman) per riservare tutta la mia attenzione al grasso omino baffuto nello schermo, diretto verso una sfavillante piramide nella giungla.

Si era messo in moto qualcosa di straordinario: quel giorno cominciò un irreversibile processo di trasformazione che mi portò ad avvicinarmi sempre più ai videogames, un gioco dopo l’altro, fin quasi a farne parte. Oh, non ero ancora un nerd: come tanti altri bambini, amavo i cartoni animati, i fumetti e, da quel momento, anche i videogiochi; però è stato un piccolo grande passo verso la conquista della galassia di divertimento e fantasia che ora è il mio modo di vivere.

Insomma, tagliando corto con i sentimentalismi, per me Continua a leggere

Sondaggio 0: Prototipo

Come promesso, ecco a voi il primo sondaggio di Operazione Nerd.

Ve ne siete già accorti dal titolo (siete svegli, eh?) ma lo dico esplicitamente: è una prova, non ne ho mai fatti prima.

L’argomento in questione sarà il tema del blog.
Voglio sapere come vi sembra, se vi piace, se preferite il vecchio o, in alternativa, un altro ancora.

 

In aggiunta, potete dire cosa ne pensate delle possibili copertine/sfondi che avevo selezionato.

Eccole qui, una più bella dell’altra (o quasi):

agent_smith

L’agente, o gli agenti, o insomma il buon vecchio Smith si era proposto di diventare il tuttofare di Operazione Nerd, ma ho avuto difficoltà tecniche nell’impostarlo come sfondo (le facce rimanevano coperte anche tagliando l’immagine) e, inoltre, i colori rendevano illeggibile tutto il resto.
Peccato, potevo averne quanti ne volevo pagando un unico stipendio.

pac-man_monsters_vector_suits_jogging_ultra_3840x2160_hd-wallpaper-94298

Pacman, sentendosi usurpato, ha provato a Continua a leggere

Kombattimenti, Giudizio e Ping

mortalkombat

Era da anni che volevo provare un Mortal Kombat e finalmente ieri ho avuto la mia occasione. Mi sono preso il 9° capitolo per PS3 in edizione completa, con un sacco di costumi sbloccati e alcuni personaggi che stanno lì per nessuna ragione apparente rendere più divertente il gioco (Kratos e Freddy Krueger).

Le mie impressioni?
Chissenefrega delle impressioni, mi fanno male le dita!

E non sono l’unico perché il bello di questo gioco è il multiplayer. Il motivo principale per cui l’ho comprato è infatti quello di possedere un nuovo gioco da usare quando invito gente a casa, visto che non tutti sono amanti di CoD e che le partite a Borderlands richiedono molto tempo e impegno; in realtà ho  anche Little Big Planet, però alcuni lo hanno definito un po’ infantile.

Ebbene, ora ci si ammazza di botte e voglio vedere chi osa lamentarsi!

Ovviamente per adesso a prenderle sono solo io perché non riuscirei ad incatenare delle combo neppure se rallentassi il tempo. Devo prenderci un po’ la mano e dedicare una Continua a leggere

Il Codice d’Onore

politerude

Come in ogni altra forma di società, anche nei giochi online sono presenti delle regole e delle norme di comportamento: alcune sono limitazioni perseguibili con il ban che permettono ai giocatori di interagire senza imbrogliare o eseguire violenza psicologica, altre sono semplici linee guida che potremmo definire un’etichetta (per l’appunto netiquette), una forma educata di agire rispetto ad altre più volgari o rudi.

Io non mi definisco certo un bigotto persecutore al servizio della santa inquisizione dei moderatori, ma sono comunque portato al rispetto reciproco e all’adozione di comportamenti, se non amichevoli, almeno neutrali.

Purtroppo molta gente non la pensa come me e negli MMO ci si ritrova spesso in un ambiente ostile dove la maggior parte degli utenti grida ai quattro venti insulti e ingiurie quali il classico noob, ma anche molto meno moderati retarded ed idiot (censuriamo il resto) in seguito a semplici errori umani o giocatori inesperti, aizzando il flame e rendendo spiacevole l’esperienza di gioco.

“Quando arrivi al Continua a leggere