Sondaggio 2: Il Terrore

Secondo sondaggio di Operazione Nerd!

E’ quasi Halloween e, sinceramente, lo sto aspettando solo per potermi riguardare Nightmare Before Christmas… come farò anche a Natale.

Altri invece lo attendono per indossare i propri cosplay preferiti e sfoggiarli senza dover girare mezza Italia per raggiungere una fiera.

Ma cosa vi viene in mente se vi chiedo: qual è la cosa che rappresenta Halloween?

“Le zucche.”
 “I dolcetti!”
“Gli scherzi, ovviamente. Uhuhuh!”
  “La paura…”

Un attimo, c’è una vincitrice. Ragazzina, fatti avanti e ripeti più forte quello che hai detto. Dai, non essere timida, alzati e vieni qui. Ecco, da brava.

“Ehm… la paura!”

Esattamente! Proprio la paura è il tema di cui voglio parlare durante questa festività.

Non so voi, ma per me l’atmosfera è completa solo se danno in tv film spaventosi e horror da accapponare la pelle.

Ora, però, emerge un problema: mettiamo caso che voglia guardarne uno (ma solo uno) con degli amici e la mia intenzione sia quella di fargli impallidire l’anima dallo spavento. Quale dovrei scegliere?

Ho qualche titolo in mente, dunque vi proporrò alcune risposte, ma preferirei che foste voi ad aggiungere dei film.

Dunque eccovi il sondaggio: qual è l’horror più spaventoso che conoscete?

Fatevi avanti e votate, ma non dimenticate di dire la vostra nei commenti per spiegarmi il motivo della vostra scelta!

Si dia inizio al sondaggio, che durerà anche questa volta una settimana. Forza-forza-forza!

Annunci

Wario Land 4

wario land 4

Non dimenticherò mai il fantastico giorno in cui ho ricevuto il Game Boy Advance ed il mio primo gioco: Wario Land 4. Era natale (o forse il mio compleanno? Non ricordo più…) e quella mattina, con l’emozione nel cuore, scartai il magico regalo che cambiò per sempre la mia vita. Non persi tempo e infilai subito le due batterie AA necessarie per far funzionare la console, inserii la cartuccia, accesi il GB e udii i suoni che di lì a poco sarebbero diventati un famigliare benvenuto verso mondi colorati e avvincenti.
Ero così eccitato che ignorai la colazione e il cartone che stavano dando in quel momento (era Batman) per riservare tutta la mia attenzione al grasso omino baffuto nello schermo, diretto verso una sfavillante piramide nella giungla.

Si era messo in moto qualcosa di straordinario: quel giorno cominciò un irreversibile processo di trasformazione che mi portò ad avvicinarmi sempre più ai videogames, un gioco dopo l’altro, fin quasi a farne parte. Oh, non ero ancora un nerd: come tanti altri bambini, amavo i cartoni animati, i fumetti e, da quel momento, anche i videogiochi; però è stato un piccolo grande passo verso la conquista della galassia di divertimento e fantasia che ora è il mio modo di vivere.

Insomma, tagliando corto con i sentimentalismi, per me Continua a leggere

Futuro, Arretrati e Ipocondria

Eccomi qua, stanco ma felice dopo la maratona di Ritorno al Futuro.

Aspettavo da tempo di vedere la trilogia completa, soprattutto perché non l’ho mai vista tutta quanta! Devo dire che mi è proprio piaciuta, in particolare le continue battutine sul futuro/passato e sul passato/futuro; a rendere divertentissimo il film però penso siano le facce terribilmente espressive del Doc, ovvero Christopher Lloyd: ognuna meriterebbe un meme.

La mia preferita

La mia preferita

Ci sono poi le simpatiche gag, il perenne stupore di Marty McFly e le riprese di scene dei film precedenti come avviene anche nella Trilogia del Cornetto (ma questa è un’altra storia…).

Avvincente, divertente e visionario. Gran bello spettacolo!

L’unica pecca della serata è stata… la pubblicità. Dannatissima Merdadiaset, ha ficcato dentro così tanti spot che, messi insieme, durano quanto un quarto capitolo di Ritorno al Futuro!

Non parliamo poi della scelta del giorno; anzi, parliamone!

Se la data epica era il 21/10/2015, perché mandarlo in onda il 22?
Oh, certo, potrebbe essere perché Mercoledì era dedicato ai cinema di tutta Italia, dal momento che pochi sarebbero stati disposti a spendere i soldi del biglietto e a mettersi un paio di pantaloni invece di starsene comodamente stesi sul divano in mutande senza spendere uno spicciolo (io avevo freddo, quindi ho tenuto i pantaloni del pajama); ma non dimentichiamo che Continua a leggere

Qualche Altra Manciata di Filosofia il Sabato

Questo post viaggia nel tempo, nel senso che l’ho scritto Sabato 17 (Ottobre. 2015. Dell’Era Galattica) ma la sua pubblicazione è avvenuta solo oggi.
Ogni tanto lo faccio, non è strano. Prendiamo per esempio Ma gli Androidi Sognano Pecore Elettriche?: l’ho scritto quasi un mese fa, ma ho aspettato molto tempo prima di pubblicarlo perché non volevo che uscisse a casaccio, visto quanto impegno ci ho messo nel prepararlo.
Perché dico questo? Non lo so, forse per insegnare ai nuovi arrivati che raramente tempo e ispirazione si incontrano.
Che profondo.
Oppure è legato al fatto che oggi è il 21/10/2015 e, in tal caso, non servono altre spiegazioni.

Detto questo, torniamo a noi.

Qualcuno si ricorda di quel giorno speciale in cui ho scoperto l’esistenza di un karma? No?
Dai, rinfrescatevi la memoria che ho fretta di continuare.

… fatto? Era ora!
Andiamo avanti.

Questo pomeriggio mi sono avventurato nel Mondo Esterno (ovvero quell’ambiente ostile abitato da orrende e disgustose creature comunemente riconosciute con il nome di esseri umani) mosso dalla necessità psicologica di sacrificare buona parte delle mie scarse riserve energetiche nel fallimentare tentativo di indurre uno stato di ipertrofia nei piccoli miociti di cui dispongo… sono andato in palestra, ecco!

Fatto tutto quello che dovevo fare in tempo per la chiusura, alle 18:00 in punto sono uscito e mi sono diretto in fretta e furia alla fermata del bus, sicuro di poter prendere l’autobus delle 18:12. Per sicurezza, ho anche accelerato il passo, dal momento che il Sabato ne passa solo uno ogni 30 minuti.

Mi sono messo d’impegno, ho sfruttato al massimo le mie conoscenze di geografia e di geometria per tagliare ogni centimetro di marciapiede possibile e alle 18:08 esatte ho scorto in lontananza la fermata… e Continua a leggere

La Peggiore

Ding!

E’ scaduto il tempo per votare al primo sondaggio ufficiale di Operazione Nerd e i risultati sono i seguenti:

Risultati La Peggiore

Si è capito fin dal primo giorno chi avrebbe vinto la gara, ma vedere il suo nome con un totale di 4 voti su 9 è tutta un’altra cosa: Cersei Lannister ottiene il titolo La Peggiore, ovvero è la donna più odiata di tutte le serie tv. Non sarà come stare sul Trono di Spade, ma è comunque un risultato prestigioso. Credo.

Con la metà dei voti, si posiziona al secondo posto direttamente da Breaking Bad Skyler La Serpe White, che a mio parere si è proprio meritata quel posticino accanto alla regina degli intrighi. Il punto che l’ha portata al secondo posto è arrivato nelle ultime 24 ore disponibili per votare, le è andata bene.

Il terzo posto è molto più conteso: hanno guadagnato un voto a testa Marie Schrauder, la sorella di Skyler, Celia Hodes, la pettegola di Weeds (allora qualcuno la conosce!)… e una inaspettata risposta libera, che porta per la prima volta su questo blog un personaggio di Continua a leggere

Ma gli Androidi Sognano Pecore Elettriche?

AndroidsDreamCover

Forse non sapete di cosa sto parlando, quindi vi dico subito che l’opera in questione in Italia è stata pubblicata con un altro titolo: Il Cacciatore di Androidi.

… niente? Ancora non ci siete arrivati? Eppure percepisco un’intuizione lontana e offuscata. Riproviamo: Blade Runner.

Ah! Ecco! Ci siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda, eh? Bene, possiamo iniziare.

Ma gli Androidi Sognano Pecore Elettriche? è uno dei libri più famosi di Philip K. Dick assieme ad altre sue opere come L’uomo nell’Alto Castello (ignoriamo l’orrendo titolo affibbiatogli nel nostro paese La Svastica sul Sole) e Ubik.

Pubblicato nel 1968 e reso famoso in tutto il mondo a partire dal 1982 dalla pellicola di Ridley Scott, è un romanzo noir ambientato in un futuro distopico che ha contributo a plasmare il genere della fantascienza.

Serve però una premessa: il film ed il libro sono due opere a sé stanti con ambientazioni e personaggi molto diversi che condividono solo il nome (e in alcuni casi neppure quello); di conseguenza non c’è pericolo di annoiarsi leggendo il manoscritto.

Fin da subito la trama si distacca da quella della pellicola, mantenendo in comune solamente Continua a leggere

Problemi Tecnici – 2

Something went wrong 2.0

Non pensavo di dover scrivere un altro post dedicato ai bug, ma a quanto pare è successo… così già che c’ero ho pensato di utilizzare un’immagine simpatica per quella che (spero!) non sarà una rubrica fissa.

Dopotutto anche a Chrome e Firefox capita di incorrere in qualche crash e ON se la merita una schermata di scuse ufficiali, essendo un blog rispettabile.

Mi sono accorto che in questi giorni il sondaggio 1 dedicato alla donna più odiosa di tutte le serie tv tende a scomparire dal post e, soprattutto, dalla colonna dei widget a destra
(questa qui —->).

Ho cercato soluzioni prima su WP, poi sui forum di WP ed infine su Google.
Risultati? Qualcuno.
Qualcosa di utile? No.

Non sapendo come risolvere il problema senza rischiare di perdere i voti fino ad ora registrati, ho deciso di tenere d’occhio la situazione senza intervenire (ovvero di non fare nulla), sperando che si risolva da solo; talvolta capita, eh?

Se anche voi non riuscite più a vedere il sondaggio, non allarmatevi: tornerà a distanza di 24 ore per poi scomparire nuovamente.

Bene, per oggi è tutto.

Ricordo a chi non l’ha ancora fatto di VOTARE per eleggere La Peggiore e stilare una bella classifica dei risultati.

Ciao a tutti!